Cancelleri candidato alla presidenza: “Il voto è come un martello, datecelo per inchiodarli alle loro responsabilità”

877

“Ogni voto è un martello, datecelo e noi inchioderemo quelle persone alle loro responsaiblità”. Così, Giancarlo Cancelleri ha lanciato la candidatura alla presidenza della Regione Siciliana, dopo l’annuncio di Beppe Grillo dal palco del Castello a Mare di Palermo che ha ufficializzato la candidatura del deputato di Caltanissetta dopo il voto on line. 51,1% dei 4.350 voti per Cancelleri, investito ufficialmente per la seconda volta per guidare la campagna elettorale pentastellata verso l’Ars e Palazzo d’Orleans.

 

Cancelleri ha dunque declinato il programma secondo il mantra “La Sicilia che abbiamo nel cuore”. “La Sicilia che abbiamo nel cuore è una sicilia dove gli ospedali funzionano, le cure sono per tutti e di qualità”, ha detto.

“Una Sicilia dove non cadono i ponti e dove con un treno puoi spostarti in modo civile. Dove i giovani non vanno via per cercare lavoro ma vengono cercati, dove i prodotti delle imprese vengono difesi dalla concorrenza sleale. Una Sicilia di cui essere orgogliosi, non della mafia ma degli uomini e donne di buona volontà, dove i politici guadagnano meno e dove il vitalizio lo hanno le persone che hanno bisogno”.

Quindi l’elencazione delle iniziative messe in campo dal Movimento 5 Stelle in questi anni. “Ci siamo tagliati gli stipendi, abbiamo aiutato le piccole imprese, ricucito la Sicilia quando ne aveva bisogno, aiutato i disabili che fanno sport, se non se lo possono permettere. Abbiamo ricomprato la casa a chi una banca l’aveva pignorata. Abbiamo finanziato progetti per rigenerare i centri storici con il progetto Boom polmoni urbani. Sono fatti, fatti incontrovertibili, gli stessi che faremo quando andremo al governo”. Uno dei progetti finanziati dall’iniziativa “Boom polmoni urbani” si trova proprio a Caltanissetta ed è la riqualificata pista di pattinaggio “Eclettica” di via Rochester.

Cancelleri annuncia dal palco i primi provvedimenti: mezzo miliardo di euro per il credito alle piccole e medie imprese.

“Siamo in una crisi economica, perchè abbiamo vissuto in cinque anni il peggiore governo della storia. Il miglior candidato che hanno è Crocetta e noi affronteremo con rispetto gli avversari ma non abbiamo paura di nessuno. Questa dovrà essere la terra del turismo dove tutti devono poter vivere. Ma dovremmo rimettere in piedi la nostra dignità. Hanno fatto tutto per farci odiare questa terra, ma noi ogni giorno ci siamo innamorati della Sicilia”. Parole pronunciate davanti ad una folta platea rigorosamente sistemata nei posti a sedere di fronte un grande palco con un’enorme simbolo della Sicilia alle spalle.

“Il primo provvedimento sarà quello di tagliare gli stipendi dei parlamentari regionali e togliere vitalizi e pensioni d’oro a queste persone. Questo sarà il biglietto da visita per tutti i siciliani. Ma avremo bisogno di una grande maggioranza all’Ars e quindi, come in un cammino, dovremmo prendere per mano tutte quelle persone che non vogliono andare a votare perchè credono che in politica sono tutti uguali e raccontargli i fatti di cui siamo stati protagonisti. Dovremmo convincerli prima di andare a votare e poi a votare per noi”.

“Ogni voto è un martello, datecelo e noi inchioderemo quelle persone alle loro responsabilità – ha concluso Cancelleri -. Gli ospedali chiusi, le imprese che hanno fatto fallire, a tutte le famiglie che hanno avuta pignorata la casa. E soprattutto al fatto che hanno pensato a loro stessi ed ai piccoli potentati, invece di pensare ai cittadini che li guardavano con speranza”.

Commenta su Facebook