"Canapa tutta salute!". Ma non c'entra niente con la cannabis. L'iniziativa.

797

pizzaiolo a lavoro con pizza da farina di canapa

“Canapa tutta salute”. Evento con pizza a base di semi di canapa per rompere il tabù su una pianta da cui si ricavano tutte le proprietà nutritive e anche carburanti, carta e medicine.

“Canapa tutta salute! La salute vien mangiando”, è il titolo dell’evento gastronomico salutista a base di degustazione di pizza con farina di semi di canapa sativa tenutosi a Caltanissetta lo scorso 30 ottobre. Giuseppe Nicosia, Educatore Alimentare, Anita Donisi organizzatrice dell’evento, in collaborazione con Sicilcanapa, che commercializza i derivati alimentari della pianta (semi, farina ed olio), hanno organizzato una serata a tema presso la pizzeria Cabana. “All’inizio non è stato semplice far accettare alle persone l’idea di mangiare una pizza preparata con l’aggiunta di farina di semi di canapa, mentalmente associata al suo derivato più noto, la cannabis. Della canapa invece sono innumerevoli gli usi che si possono fare, a partire da quello alimentare” – spiega Nicosia. “Nessun alimento vegetale può essere paragonato ai semi di canapa per valore nutritivo – prosegue la nota – Le proteine forniscono al corpo umano tutti gli amminoacidi essenziali necessari per una buona salute e per produrre il plasma sanguigno, l’albumina e la globulina oltre alla funzione cardio protettiva. Dalla canapa si ricavano anche Materiale Edile, Tessile, Foraggio, Combustibile, Medicine, Cosmetici, Saponi, Carta e plastica totalmente biodegradabile. “Con la crisi economica che sta attraversando il nostro paese, la coltivazione della canapa e la produzione di derivati, rappresenta una grossa possibilità per far rinascere la nostra agricoltura, che potrebbe essere da subito accompagnata da redditizie attività di trasformazione della canapa”, conclude Giuseppe Nicosia.

Commenta su Facebook