Campofranco, chiuso per problemi strutturali il Don Bosco gli alunni saranno trasferiti alla scuola Pirandello

69

Sarà la scuola media Pirandello ad accogliere i circa 120 alunni della scuola dell’infanzia e della primaria dell’Istituto Don Bosco di Campofranco, il cui plesso è stato dichiarato inagibile per il rischio di cedimenti strutturali. Il sindaco Rino Pitanza ha incontrato in diversi momenti il prefetto Cosima Di Stani, il provveditore agli studi Giorgio Cavadi ed i vertici dell’ex provincia regionale per fare il punto sulle misure da adottare per l’avvio dell’anno scolastico il 14 settembre.

Il plesso della scuola Don Bosco, attivo dal 1996, ha subito un cedimento della paratia che sorregge la struttura con conseguente fessurazione del pavimento al piano terra e problemi alle fondazioni. La scoperta è stata fatta nei mesi scorsi grazie alle indagini antisismiche condotte dopo che il Comune aveva presentato un progetto per il monitoraggio del rischio sismico degli edifici scolastici.

“Nei giorni scorsi, insieme al vicesindaco Francesca Di Giovanni e agli assessori Franca Zarbo e Calogero Nicastro – spiega il sindaco Pitanza – ho incontrato in diversi momenti il Prefetto, il Comandante provinciale dei Carabinieri, il Dirigente Scolastico, il Provveditore Scolastico, il Commissario della Provincia di Caltanissetta, il Dirigente Generale del Genio Civile e il Comandante la stazione dei Carabinieri di Campofranco. L’ordinanza è stata già loro trasmessa così come alla Procura della Repubblica di Caltanissetta. Adesso, prima di ogni cosa, una corsa contro il tempo per dare alla popolazione scolastica di Campofranco una diversa ubicazione delle attività didattiche e quanto ruota attorno alla scuola in vista dell’inizio dell’anno scolastico prevista per il 14 settembre”.

Commenta su Facebook