Campisi chiede garanzie a Caltaqua per la “Settimana Santa”. Ma da Siciliacque arriva “la rottura”

760

Il sindaco Michele Campisi la scorsa settimana ha scritto a Caltaqua per richiedere, alla società che gestisce la distribuzione idrica cittadina, di assicurare l’erogazione per tutti i giorni della Settimana Santa, al fine di evitare disagi che un insufficienza di scorte idriche potrebbe determinare per l’incremento temporaneo della popolazione, con particolare attenzione al centro storico.

La società Caltaqua, tramite il direttore tecnico Salvatore Giuliana, ha risposto prontamente al primo cittadino assicurando che farà tutto il possibile per garantire la continuità della distribuzione idrica durante le festività Pasquali.

Ma nel primo pomeriggio di oggi Caltaqua, in una nota, riferisce di un guasto alla condotta idrica di contrada Sabucina, di competenza di Siciliacque, che ha causato l’interruzione dell’erogazione idrica oggi a Sommatino e domani a San Cataldo. Sempre domani, martedì 15 aprile, Caltaqua ridurrà la distribuzione nel capoluogo, garantita solo all’ospedale, al carcere e al “centro / balate”.

Qualora Siciliacque rispetterà i tempi per la riparazione già comunicati, allora Caltaqua si impegna a ripristinare la normale erogazione già nel pomeriggio di mercoledì 16 aprile. Ma basterà un ritardo nei lavori del fornitore, per causare uno stop dei turni di distribuzione più lungo del previsto.

Commenta su Facebook