Campetto di via Dalmazia in nome di Michele Talluto. Il Sindaco risponde positivamente alla proposta

1150

Abbiamo ospitato nelle nostra pagine, la lettera aperta che Michele Messina ha inviato dalla sua pagina facebook,  nei giorni scorsi, al sindaco Giovanni Ruvolo per “far rivivere e intitolare a Michele Talluto il campetto di via Dalmazia”. Michele Talluto, 45enne nisseno, morto a Ustica durante un’immersione, definito “il Re di Ustica”, per la sua grande esperienza nel settore (essendo titolare di una scuola di sub apprezzata a livello nazionale),  ma anche “Il sorriso del campetto”.

Michele TallutoAbbiamo chiesto al sindaco se accettava di rispondere tramite il nostro sito, a Michele Messina ed ai tanti che si sono uniti nella richiesta, e lo ha fatto.

“Rispondo volentieri perchè conoscevo Michele e con lui ho anche fatto una splendida immersione a Ustica. Ho ricevuto questa sollecitazione che ho accolto favorevolmente. Credo che prima di tutto vada recuperato il campetto di va Dalmazia, che torni a essere dignitoso e perchè quel campetto torni ad essere il punto di aggregazione che era stato per noi. Non posso pensare di intitolare a Michele Talluto un luogo che non sia in condizioni dignitose”.

Il sindaco Giovanni Ruvolo, accoglie con favore la risposta alla sua sollecitazione, ovvero la costituzione di un comitato spontaneo degli “ex giovani”, che negli anni novanta affollavano il campetto “Croce”, oggi padri di famiglia, che volontariamente e gratuitamente si sono messi a disposizione per ripulire e riqualificare in autogestione il Campo di basket di via Dalmazia. “Una proposta che ho fatto per far partecipare alla rinascita di questo spazio”, spiega Ruvolo.

Del resto, come sottolineato da Michele Messina nella lettera aperta al sindaco Ruvolo, con cui chiedeva di “far rivivere il campetto e di intitolarlo a Michele Talluto”, si spigava bene come negli anni d’oro il campetto era di fatto autogestito dai giovani, dagli atleti appassionati di basket di concerto con la parrocchia San Pietro.

L’intitolazione per il sindaco Ruvolo è dunque una cosa possibile, un’idea buona da prendere in considerazione, ma prima tocca impegnarsi, ognuno secondo le proprie responsabilità e competenze, “per far rivivere il campetto di via Dalmazia”.

Commenta su Facebook