Cambia la preghiera del Padre Nostro. Si dirà: “Non abbandonarci in tentazione”

325

Cambia la preghiera del Padre Nostro. Il testo della nuova edizione del Messale Romano sarà sottoposto alla Santa Sede “per i provvedimenti di competenza, ottenuti i quali andrà in vigore anche la nuova versione del ‘Padre Nostro (‘non abbandonarci alla tentazione’) e dell’inizio del ‘Gloria’ (‘pace in terra agli uomini amati dal Signore’)”. Lo comunica la Cei.

A scomparire sarà la frase “Non indurci in tentazione”, contestata dallo stesso papa Francesco, che ha appunto chiesto che venisse modificata. Al suo posto si dirà “Non abbandonarci alla tentazione”. E ancora modifiche al “Gloria”, che “Pace in terra agli uomini amati dal Signore”.

La Cei è intervenuta anche sul contrasto alla pedofilia. I vescovi italiani hanno deciso di creare  un ‘Servizio nazionale per la tutela dei minori e le persone vulnerabili’. Lo strumento di lotta alla pedofilia vedrà il coinvolgimento di esperti e anche di laici. (Gds.it)

Commenta su Facebook