Caltaqua, M5S torna alla carica: “Se ci sono inadempienze il contratto va risolto”

115

“Se ci sono gravi inadempienze contrattuali il rapporto con Caltacqua  va risolto. Si accertino pure le attività di depurazione”.

Il M5S all’Ars torna all’attacco della società che gestisce il servizio idrico integrato della provincia di Catanissetta.

“Chiediamo  – dice il deputato Nuccio Di Paola – che il  governo regionale solleciti l’ATO CL6 a valutare la sussistenza dei presupposti per l’applicazione di penali, nonché per la risoluzione del contratto con Caltacqua S.p.A. per grave inadempimento”.

 Al governo regionale, in un’interrogazione depositata all’Ars, il deputato 5 stelle chiede anche “quali verifiche sono attualmente in corso in merito alle corrette attività di depurazione”.

Sulla questione Caltacque e soprattutto sulla depurazione caricata in bolletta anche se non effettuata gli attivisti di Caltanissetta hanno da tempo acceso i riflettori.

“Gli abitanti di Caltanissetta – spiegano Di Paola e il deputato Giancarlo Cancelleri – grazie all’interrogazione del nostro consigliere comunale Giovanni Magrì, che ha anche depositato un esposto alla magistratura, e all’impegno dei nostri attivisti, stanno ottenendo un rimborso del canone di depurazione non dovuto dall’ente gestore Caltacqua in quanto alcuni quartieri di Caltanissetta non sono serviti dal depuratore delle acque reflue”.

 

Commenta su Facebook