Caltanissetta, vìola l’obbligo di quarantena: trentenne denunciato dalla Polizia di Stato

127

Abbandona il luogo di quarantena senza aver ricevuto indicazioni dal servizio Usca e si reca presso l’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta per eseguire il tampone.

I poliziotti della sezione volante hanno denunciato in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica un nisseno trentenne per violazione dell’obbligo di quarantena. L’uomo, positivo al coronavirus e posto in quarantena domiciliare obbligatoria, dovendo effettuare il tampone di controllo dopo quattordici giorni, visto il ritardo di qualche giorno dell’esecuzione dello stesso, lunedì mattina si è recato personalmente presso l’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta senza aver ricevuto indicazioni in merito dal servizio Usca. Una volta presso gli uffici dell’Asp il trentenne ha insistentemente bussato alla porta d’ingresso del padiglione B della struttura sanitaria per parlare con i medici. Su segnalazione dei sanitari del reparto sul posto è intervenuto l’equipaggio di una volante che ha identificato l’uomo, riconducendolo presso l’abitazione e ripristinando la quarantena. La vigente normativa, al fine di prevenire la diffusione del contagio del Covid 19, prevede il divieto assoluto di allontanamento dalla propria abitazione in caso di positività al virus, a meno che l’interessato debba recarsi presso la più vicina struttura ospedaliera, su specifiche indicazioni dell’Asp.

Commenta su Facebook