Caltanissetta. Venticinquenne non si ferma all’alt polizia, sperona una volante e travolge un poliziotto: arrestato

1511

I poliziotti della sezione volanti hanno tratto in arresto Roberto Truscelli, venticinquenne nisseno, per i reati di tentato omicidio, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali, danneggiamento aggravato e guida in stato di alterazione psicofisica da sostanze stupefacenti. Intorno alle due di notte di domenica, un equipaggio della sezione volanti, in Piazza Martiri d’Ungheria, ha notato una Volkswagen Golf, transitare a velocità sostenuta. I poliziotti hanno intimato l’alt polizia al conducente, attivando i dispositivi luminosi e acustici, al fine di procedere al controllo del mezzo. Invece di fermarsi, il conducente ha proseguito la marcia accelerando l’andatura. E’ scaturito quindi un inseguimento per le vie Frà Giarratana, Don Minzoni, Salvo D’Acquisto, Filippo Turati. Durante l’inseguimento il conducente ha più volte creato grave pericolo alla circolazione stradale, non usando prudenza in prossimità delle intersezioni stradali e procedendo ad alta velocità. Con l’ausilio di un’altra pattuglia della Polizia di Stato, il fuggiasco è stato bloccato in Via Sallemi. Il venticinquenne, invece di ottemperare all’ordine dell’agente di spegnere il veicolo e scendere dal mezzo, con una manovra repentina, ha travolto il poliziotto, facendolo rovinare a terra, dandosi nuovamente a precipitosa fuga. Ha quindi avuto inizio un nuovo inseguimento per le vie Testasecca, Crispi, Niscemi, Salvatore Averna, nel corso del quale il fuggiasco ha speronato l’auto della polizia che tentava di fermarlo. L’inseguimento, protrattosi per la strada provinciale 134, è proseguito lungo la SS640 – raccordo per Pietraperzia, la SS640 direzione Agrigento, la strada provinciale 34 ed è terminato a Delia. Nel corso della folle fuga il conducente della Golf ha creato un costante pericolo alla circolazione stradale, impegnando alcuni tratti anche contromano. I poliziotti a Delia, per far desistere il giovane dal continuare la fuga, hanno esploso alcuni colpi di arma da fuoco a scopo intimidatorio. Una volta fermato, il venticinquenne ha opposto resistenza, scagliandosi contro di loro con calci e pugni. Gli agenti per renderlo inoffensivo hanno riportato lesioni personali agli arti. Il giovane è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Elia, dove è stato sottoposto a esami tossicologici risultando positivo ai cannabinoidi e alla cocaina. Posto in stato di arresto, su disposizione del P.M. di turno presso la locale Procura della Repubblica, è stato condotto al carcere Malaspina di Caltanissetta a disposizione dell’A.G. Stamattina l’arresto è stato convalidato dal G.I.P.

Commenta su Facebook