Caltanissetta, vendite truffa per 100 mila euro: in 18 a processo

777

Diverse firme sui contratti di vendita per merce di vario tipo, commercializzata dalla ditta Editalia, sarebbero state falsificate. A
sostenerlo il perito grafologo che ieri ha deposto davanti al giudice monocratico Salvatore Palmeri nel processo a diciotto persone accusate di essere responsabili, con ruoli diversi, di una maxitruffa da quasi 100mila euro. Il perito era stato incaricato nel corso delle passate udienze e ieri ha presentato la relazione sostenendo che, a suo dire, ci sono delle irregolarità in alcune firme apposte si alcuni contratti.

Al centro dell’inchiesta, avviata dopo la denuncia della stessa Editalia (parte civile con l’avvocato Giacomo Vitello), sono finiti
diversi contratti di vendita per anelli, collane, bracciali – tutti dal valore piuttosto elevato – oltre che di pubblicazioni storiche
sulla storia della lira. Nel dettaglio si parla di acquisti per 97.875,56 euro a fronte di un incasso di 4.900 euro per un danno
stimato in 92.975,56 euro. Gli acquisti, secondo l’accusa, erano stati realizzati tramite una società con sede a Caltanissetta, in via Leone XIII, la “Scalia srl” e a processo sono poi finiti alcuni acquirenti insieme ad amministratori e dipendenti della società.

A processo sono finiti Giovanni Capuzzo, 42 anni, nisseno, che risultava essere l’amministratore unico della “Scalia srl”, Massimo Siracusa, 42 anni, nisseno, Vincenzo Pillitteri, 53 anni, di Grotte, Sergio Siracusa, 47 anni, di Caltanissetta, Giuseppina Tromba, 32 anni, di Canicattì, Giuseppe Ciresi, 34 anni, nisseno, Giovanni Chiarelli, 34 anni, di Caltanissetta, Giuseppina Curatolo, 59 anni, nissena, Gaetano Ferrara, 33 anni, originario di Caltanissetta e residente ad Augusta, Antonio Fiore, 39 anni, di Caltanissetta, Liborio Fiore, 35 anni, nisseno, Antonio Giannone, 52 anni, di Caltanissetta, Lucia Grasso, 33 anni, nativa di Caltagirone e residente a Caltanissetta, Gessica Grasso, 30 anni, nissena, Giuseppe Locicero, 54 anni, nisseno, Monica Pilato, 45 anni, nissena, Marcella Stuppia, 37 anni, originaria di San Cataldo e residente a Caltanissetta, Emanuela Valenza, 52 anni, nissena.

Difensori gli avvocati Maria Francesca Assennato, Emanuela Lopiano, Maria Campo, Deana Scarpulla, Massimiliano Bellini, Alberto Fiore e Davide Schillaci. (Vincenzo Pane, La Sicilia)

Commenta su Facebook