Caltanissetta, tentata truffa dello specchietto: trentenne recidivo denunciato dalla Polizia di Stato

298

L’uomo, dopo aver simulato un incidente, ha tentato di farsi liquidare una somma di denaro in contanti. La vittima si è rivolta alla polizia.

I poliziotti della sezione volanti hanno denunciato in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica un disoccupato trentenne, residente in un’altra provincia, per tentata truffa. L’uomo, che ha numerosi precedenti giudiziari per questo tipo di reato, è uno specialista della c.d. truffa dello specchietto. Mentre si viaggia in auto, si sente un violento colpo provenire dall’esterno e subito dopo si affianca una vettura e il conducente ci accusa di aver avuto la rottura dello specchietto a causa della nostra manovra. Propone subito il risarcimento del danno, chiedendo soldi in contanti per non coinvolgere l’assicurazione. Con questo espediente il trentenne lunedì ha tentato di truffare un cinquantanovenne nisseno che transitava per via Sallemi con la propria auto. La vittima però non è caduta nel tranello rivolgendosi alla Polizia. Il truffatore si è dileguato ma, poco dopo, è stato rintracciato dall’equipaggio di una volante e condotto in Questura, dove è stato riconosciuto dalla vittima. Nei confronti del trentenne risultano emessi diversi fogli di via obbligatori con divieto di fare ritorno nei comuni di San Cataldo e Montedoro, dove in passato si è reso autore di analoghe truffe. Oltre alla denuncia penale per tentata truffa, il Questore di Caltanissetta nei confronti del trentenne ha emesso la misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio con divieto di fare ritorno nel comune di Caltanissetta per i prossimi tre anni.

Commenta su Facebook