Caltanissetta, Simonetta Agnello Hornby incontra gli studenti del liceo “Volta”

490

La scrittrice Simonetta Agnello Hornby, nel suo tour siciliano di presentazione del libro “Nessuno può volare”, sabato 17 febbraio, a partire dalle ore 9.30, dialogherà con gli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore “ A. Volta” di Caltanissetta.

Un incontro il cui elevato spessore culturale è dato non solo dalla presenza prestigiosa dell’autrice, (Avvocato dei minori, Presidente dello Special Educational needs and DisabilityTribunal e insignita dal Presidente della Repubblica con l’onorificenza di Grande Ufficiale dell’Ordine della Stella di Italia) ma anche dalla tematica che verrà affrontata, ossia quella della disabilità trattata nel libro in maniera schietta, con punte di ironia ma sempre con una grande sincerità e oggettività senza indugiare nel patetismo. La Hornby, infatti,  diventa latrice del massaggio che “nessuno può volare”,  ma tutti possono convivere con la malattia in maniera dignitosa e  con la voglia di godere ancora della vita.

L’incontro, promosso dalle Prof.sseMonica Alaimo e Adriana Valenza,referenti del Dipartimento Lingua italiana dell’Istituto, è stato sostenuto dal Dirigente, Prof. Vito Parisi, da sempre attento agli aspetti culturali e formativi di una scuola fortemente inclusiva nei confronti di tutti i suoi alunni e aperta al territorio, ragion per cui l’invito è estato esteso anche ai genitori degli studenti .

L’attività rientra  in uno specifico progetto di lettura e ha coinvolto, insieme alle referenti, le Prof.sse  Giusy Li Vecchi, Maria Carmela Miceli, Maria Giulia Palermo e gli studenti delle loro classi che, con grande interesse, hanno letto il libro ponendosi degli interrogativi, assaporandone ogni parola e sottolineando i passaggi fondamentali per poterne discutere con l’autrice.  Ancora una volta, l’Istituto dimostra come si possa coniugare il sapere scientifico con il piacere della lettura, con l’avvicinarsi alle grandi tematiche sociali e con  la voglia di approcciarsi all’arte, alla letteratura e al bello in tutte le sue declinazioni.

 

Commenta su Facebook