Caltanissetta, sequestrati tremila articoli taroccati, segnalati i titolari di tre attività commerciali

1036

Le Fiamme Gialle del neo istituito Gruppo della Guardia di Finanza di Caltanissetta, affiancati dal prezioso ausilio dei “Baschi Verdi”, nei giorni scorsi hanno intensificato i controlli, nel capoluogo nisseno, volti alla verifica della regolarità della posizione lavorativa del personale impiegato presso alcune attività commerciali di vendita al dettaglio, sequestrando complessivamente 3.000 articoli, contraffatti e/o potenzialmente dannosi per i consumatori.

Tre esercenti di nazionalità straniera sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per i reati di vendita di prodotti industriali con segni mendaci e introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi. Inoltre, due di loro sono stati sanzionati ai fini amministrativi in quanto i prodotti sequestrati erano privi delle indicazioni previste dal Codice del Consumo.

Tra gli articoli controllati e sequestrati, figurano: accessori per l’informatica non conformi alle normative comunitarie e del codice del consumo; giocattoli sprovvisti delle indicazioni che attestano, ai sensi della normativa vigente, la sicurezza e la conformità del prodotto e che possono risultare quindi dannosi per la salute dei bambini; borse di noti marchi di moda e materiale sportivo contraffatto.

Si rammenta che è importante per i consumatori controllare che i prodotti siano provvisti dei più noti marchi di qualità, anche se questi, a volte, sono abilmente contraffatti: “CE”, che attesta la conformità agli standard di sicurezza imposti dall’Unione Europea, e “IMQ”, che garantisce la conformità di un prodotto, nonché dei materiali che lo compongono, ai requisiti di legge e di sicurezza. Complessivamente, il valore commerciale dei beni sequestrati si supera i 8.500,00 euro.

Una delle attività controllate, già incorsa in altri controlli irregolari in passato, è stata anche segnalata all’Ispettorato Territoriale del Lavoro nisseno ai fini dell’adozione del provvedimento di sospensione dell’attività ex art. 14 del D.Lgs. 81/2008.

Gli interventi condotti in questi giorni dalle Fiamme Gialle nissene, nello specifico settore della tutela del mercato dei beni e servizi, si inseriscono nel più ampio presidio che il Corpo della Guardia di Finanza svolge a garanzia della sicurezza e della salute dei consumatori, nonché del corretto funzionamento del mercato a tutela degli operatori onesti, minacciati dalla vendita di prodotti di scarsa qualità a prezzi decisamente competitivi.

Commenta su Facebook