Caltanissetta, Samot: venerdì la presentazione di una storia illustrata in occasione della Giornata del Sollievo

Sarà presentata venerdì, alle ore 17.30, nel Chiostro della Biblioteca Scarabelli di Caltanissetta la storia illustrata “Teo, viaggio di un marinaio” realizzata dalla Samot con la collaborazione della Scuola del Fumetto di Palermo e la società “Grafimated Cartoon” e il patrocinio del Comune di Caltanissetta e dell’ASP di Caltanissetta.

“Dove non è possibile guarire si può ancora curare”. È questo il principio di base che muove la SAMOT, in Sicilia, da 35 anni.

Prendersi cura del corpo e dell’anima, attraverso le cure palliative e un approccio empatico, agendo con un’equipe professionale che accompagna la vita del paziente e della sua famiglia quando si presenta una malattia degenerativa. Per sensibilizzare verso questa visione e affrontare quelle tematiche ancora considerate dei tabù la SAMOT utilizza differenti canali comunicativi e forme artistiche.

“Abbiamo scelto di raccontare cosa succede a una persona e, in generale, a una famiglia quando si scopre la presenza di una malattia degenerativa. E per farlo abbiamo utilizzato una storia a fumetti perché riteniamo sia un linguaggio adatto a tutti” ha spiegato Dario De Lisi, Coordinatore della sede centrale di Caltanissetta.

Il ricavato della vendita della storia illustrata, con contributo minimo di 6 euro, servirà per finanziare i progetti legati alle cure palliative pediatriche.

“Le malattie possono scompaginare le relazioni familiari e gli affetti – ha spiegato la dottoressa Laura Tartaglia -. Chi affronta questa battaglia viene travolto da un senso di rassegnazione, dolore e sofferenza. Il nostro ruolo è quello di far capire che non bisogna vivere nella penombra e iniziare ad allontanarsi dagli affetti ma, al contrario, godersi la quotidianità con pienezza e intensità”. Un principio valido soprattutto quando si parla di persone anziane e dei loro nipoti. La storia di Teo e della sua nipotina Cecilia, presentato in occasione della XXI Giornata Nazionale del Sollievo, ricalca proprio questo invito e spinge il lettore a rivalutare ogni esperienza di vita dando a ciascuna il corretto valore.

Il viaggio del marinaio Teo è una metafora realistica che utilizzando un linguaggio semplice come quello delle illustrazioni, fa capire in modo profondo l’importanza delle cure palliative nell’accompagnare i viaggiatori della vita verso la loro ultima destinazione.

Le cure palliative, inoltre, consentono alle famiglie di restare vicino alla persona cara senza doverla necessariamente sradicare dal suo contesto abituale ma, al contempo, riuscire ad accudirla al meglio grazie al supporto dell’equipe personalizzata che viene assegnata al paziente.

A spiegare l’importanza del potenziale formativo e di educazione sociale del fumetto interverranno Alessandra Ragusa, direttrice della scuola e Gabriele Caracoli, illustratore della storia di Teo e della sua nipotina.

Sponsor dell’iniziativa sono Ecoservizi srl che ha contribuito alla realizzazione dei libri illustrati ed EquoCream che offrirà ai presenti una degustazione di gelato.

Al termine della presentazione, con il supporto del pubblico intervenuto, verranno lasciati volare in in cielo dei palloncini bianchi e azzurri dando precedenza ai nonni accompagnati dai loro nipotini. Un gesto simbolico che, riprendendo i colori del logo della SAMOT, richiama alle sensazioni di sollievo alla sofferenza.

La presentazione della storia illustrata di “Teo, viaggio di un marinaio” si terrà alle ore 17.30 alla biblioteca Scarabelli di Caltanissetta con ingresso libero e aperto a tutti.

La Samot invita la cittadinanza a partecipare.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la SAMOT allo 0934 091640 oppure via mail scrivendo a infocl@samotonlus.it

Nella foto, da sinistra: le assistenti sociali Simona Martorana e Rita Chiarenza, la psicologa Krizia Curatolo e il Coordinatore della sede centrale Dario De Lisi.

Commenta su Facebook