Caltanissetta Protagonista offre l’appoggio per affrontare l’emergenza. Le nove proposte al sindaco

529

Caltanissetta Protagonista, principale gruppo politico d’opposizione a Palazzo del Carmine, offre la propria collaborazione al sindaco Roberto Gambino in questa fase di emergenza sanitaria e sociale provocata dall’epidemia da coronavirus. Lo ha fatto con una lettera indirizzata al primo cittadino che in un messaggio ha ringraziato gli esponenti dell’opposizione affermando che le proposte saranno adesso valutate. 

In questo momento così delicato della nostra vita, mentre tutto e’ surreale e la vita ci mette davanti ad una realtà maligna e pericolosa, nel nostro ruolo di Consiglieri Comunali intendiamo collaborare fattivamente con il Sindaco. Mettiamo a sua disposizione l’appoggio politico di Caltanissetta Protagonista ma soprattutto le nostre conoscenze, le nostre professionalità e la nostra esperienza. Abbiamo gia’ lavorato dietro le quinte in silenzio sostenendo anche sul piano della comunicazione il Comune nonostante qualche passo falso . Non c’è spazio per le polemiche adesso. Serviamo tutti. Oggi fattivamente siamo al fianco dell’Amministrazione per partecipare con ogni azione all’attivita’ di controllo, informazione e operativita’ che sara’ necessaria. Oggi piu’ che mai non esistono maggioranze ed opposizione. Siamo tutti nisseni e mettiamo a disposizione ogni uomo e mezzo di Caltanissetta Protagonista che possa essere utile per uscire prima possibile da questo incubo.

Proponiamo solo alcune soluzioni che auspichiamo il Sindaco Gambino potrà valutare e condividere:

– Acquisto da parte del Comune e consegna delle mascherine per anziani e persone con particolari necessità;

– Creazione front-office al comune o comando vigili urbani per info/ e consegna di materiale(mascherine – medicinali etc);

– Coordinare i mezzi di informazione con un unico blog per avere notizie certe ed uguali sui diversi organi di informazione;

– Conferenza stampa giornaliera del Sindaco da palazzo del Carmine con rappresentante della ASP e protezione civile;

– Richiamare alla collaborazione vigili urbani in pensione;

– Reperimento di locali idonei per ricovero e assistenza in caso di mancanza di posti nel nosocomio “Sant’Elia” ( ad esempio ex Ospedale Viale Regina Margherita);

– Coordinamento delle associazioni e dei privati che consegnano cibo e beni di prima necessità;

– Limitare le corse degli autobus urbani al minimo indispensabile ( riduzione almeno dell’80%)

– Inserire sul sito istituzionale del Comune di Caltanissetta, e pubblicizzare, il numero di segnalazione al Responsabile U.O.C. Sanità Pubblica, Epidemiologia e Medicina Preventiva;

Commenta su Facebook