Caltanissetta protagonista c’è. Giarratana, “noi duri e puri per il rinnovamento, senza partiti”

3651

IMG_4549Ancora una volta Michele Giarratana candidato sindaco di Caltanissetta Protagonista riempie un teatro in ogni ordine di posti.

Domenica mattina, per la presentazione dei candidati in consiglio comunale delle tre liste a sostegno della sua candidatura, Caltanissetta Protagonista, Giarratana Sindaco e Grande Nissa, il candidato sindaco Michele Giarratana ha dato prova di forza. Se qualcuno pensava che il recente apparentamento dei partiti di centrodestra con il candidato Lo Verme avesse ridimensionato l’entusiasmo dei sostenitori di Caltanissetta Protagonista, stamane si è dovuto ricredere.

Il movimento che si definisce adesso “l’unico vero polo civico” c’è e appare vivo. Un bagno di folla condito da applausi a scena aperta per l’intervento di Giarratana e una lunga fila di persone ad attendere, a fine convention, di poter salutare con un bacio e abbraccio il candidato sindaco.

Ingegnere Giarratana, oggi un’ottima partecipazione vero?

“Partecipazione buona che ci aspettavamo, anche se con il ponte festivo e alcuni candidati anche influenzati, alcuni non hanno partecipato. Il foto 3successo è stato sotto gli occhi di tutti, ma a noi interessa portare avanti il nostro progetto con la cittadinanza, che possa capire gli sforzi che stiamo facendo e la qualità del nostro programma e che noi siamo persone veramente nuove e coerenti, non siamo burattini di nessuno, non abbiamo vincoli di partito ma un solo interesse che è quello della città”.

Come sono le liste a suo supporto?

“Abbiamo tre liste, abbiamo tutte le tipologie di candidato, dal medico all’avvocato al sociologo al commerciante, al professionista, persone che rappresentano se stessi e nessun potentato di categoria o quant’altro”.

IMG_4539Alla fine Michele Giarratana è l’unico rimasto senza appoggio di partiti, al contrario dei due poli civici di Ruvolo e Lo Verme. Ma secondo lei è un punto di debolezza o un punto di forza?

“Vorrei innanzitutto smentire che si tratti di due poli civici, ma di due poli altamente politicizzati e partitivi. Perchè se è vero che Ruvolo e Lo Verme vengono da esperienze civiche, hanno abbracciato i partiti, gli stessi che non hanno avuto la possibilità e la capacità di metterci la faccia. Facendo un grande errore hanno abbracciato i partiti, rinnegando ciò che avevano detto quando si sono presentati. Noi rimaniamo duri e puri, non siamo antipolitica, ma politica del rinnovamento, che vuole dare risposte alla cittadinanza con uomini liberi”.

Insomma Giarratana c’è, se qualcuno immaginava il contrario deve ricredersi?foto 5

“Caltanissetta protagonista c’è, non mi interessa la politica degli altri. Io, con i miei amici, porto avanti questo tipo di politica con la gente e tra la gente, il 26 maggio vedremo se la nostra scelta e il nostro progetto sarà apprezzato o no”.

 

 

Commenta su Facebook