Caltanissetta, pregiudicato per spaccio con tenore di vita troppo alto. Scatta la confisca di fabbricati e conti correnti

907

La polizia di Stato di Caltanissetta ha eseguito un decreto di confisca di beni per un valore di circa 150 mila euro a un 48enne pregiudicato nisseno, G.C. le sue iniziali. La misura disposta dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Caltanissetta riguarda 5 beni immobili (fabbricati) ubicati a Caltanissetta, due libretti di risparmio e un conto corrente. Le indagini patrimoniali svolte dal personale della Divisione Anticrimine della Questura hanno accertato che il valore dei beni nella piena disponibilità dell’uomo, sebbene intestati anche ai congiunti, risultava sproporzionato rispetto ai redditi dichiarati. L’uomo è stato più volte segnalato per detenzione e spaccio di stupefacenti, reato per il quale ha anche riportato condanna definitiva, nonché per reati contro il patrimonio e la persona.

Commenta su Facebook