Caltanissetta, perde il dito con un petardo: medico del Sant’Elia gli salva la mano

1170

Gli esplode un petardo in mano e perde un dito. Protagonista del brutto incidente un 40enne nisseno che la sera del 31 dicembre, poco prima dello scoccare della mezzanotte, ha acceso un petardo che non ha avuto il tempo di gettare via. Il mortaretto infatti è subito esploso facendogli perdere il dito medio sul posto. L’uomo ha subito urlato di dolore e i parenti, una volta avvicinatisi, hanno visto la mano ricoperta di sanuge. L’arto era stato seriamente compromesso: oltre al dito esploso, infatti, anche l’indice si era staccato parzialmente se non fosse per un piccolo lembo di pelle. Subito il 40enne è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Elia da dove è stato disposto il trasferimento in sala operatoria. Ad eseguire l’intervento l’ortopedico Giovanni Alongi che è riuscito a recuperare le altre dita. “L’intervento ha avuto inizio intorno alla mezzanotte – ha spiegato il medico – per poi concludersi dopo circa un’ora e mezzo. Il terzo dito si era staccato sul posto ma per quanto riguarda l’indice, che era subamputato, siamo riusciti ad effettuare una plastica di salvataggio della falange distale. In più ho effettuato la revisione della ferita lacerocontusa del pollice. Il dito amputato è stato invece revisionato”. L’uomo questa mattina è stato dimesso.

Commenta su Facebook