Caltanissetta. Non sarà espulso il giovane marocchino affetto da disturbi psichici

790

Non sarà espulso il giovane studente marocchino che era stato bloccato e detenuto dentro il Centro di permanenza per il rimpatrio di Pian del Lago a Caltanissetta dopo avere dato in escandescenza alla mensa universitaria di Palermo.

A divulgare la notizia è stato Francesco Lo Cascio, che guida la Consulta per la pace, la nonviolenza e i diritti umani.

Il ragazzo, affetto da disturbi psichici, da oltre un mese si trovava all’interno del Cpr di Pian del Lago dopo che lo scorso 9 aprile era entrato al pensionato universitario Santi Romano urlando frasi sconclusionate. Il giudice ha riconosciuto il fatto che la struttura in cui si trovava non fosse idonea a tenere un giovane nelle sue condizioni e a breve sarà trasferito in comunità.

“La decisione assunta oggi dalla Magistratura è un atto di civiltà giuridica ed umana che restituisce la libertà ad un giovane che necessita di cure e non di detenzione”, ha detto il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando.

Commenta su Facebook