Caltanissetta, Legambiente e Wwf segnalano in procura attività di gestione rifiuti speciali sospetta

Ieri Ivo Cigna ed Ennio Bonfanti, rispettivamente Presidente di Legambiente Caltanissetta e Responsabile del WWF Sicilia Centrale, hanno depositato, presso la sezione “Ambiente” della Polizia Giudiziaria della Procura della Repubblica di Caltanissetta, materiale video-fotografico che documenta un’attività – verosimilmente illecita – di gestione e smaltimento di rifiuti speciali e pericolosi. Nei giorni scorsi, infatti, Legambiente aveva ricevuto una segnalazione da parte di alcuni cittadini sensibili, che denunciavano un grave fenomeno di inquinamento; immediatamente gli esperti delle due Associazioni ambientaliste hanno effettuato un sopralluogo congiunto nella località segnalata, presso un fondo rustico nelle campagne della provincia nissena.

Poiché le condizioni ecologiche del sito sono subito apparse estremamente critiche, con grave compromissione del suolo e delle acque superficiali a causa della presenza di notevoli quantità di rifiuti altamente inquinanti, Legambiente e WWF hanno deciso di notiziarne immediatamente l’Autorità giudiziaria, al fine di accertare possibili violazioni di carattere penale delle vigenti norme in materia di ecoreati.

Legambiente e WWF rivolgono un appello: “Ai cittadini chiediamo di essere attenti osservatori di ogni eventuale manomissione e deturpamento del nostro ambiente, segnalandola alle competenti Autorità oppure – come accaduto in questo caso – anche alle Associazioni di protezione ambientale, che si occuperanno di verificare tutte le situazioni più critiche”.

Nelle scorse settimane, Legambiente e WWF avevano scritto al neo Procuratore capo, dott. Salvatore de Luca, sottolineando proprio “la necessità di una efficace repressione degli ecoreati e degli altri illeciti ambientali” nell’ambito del distretto giudiziario nisseno ed esprimendo apprezzamento per l’ottimo lavoro finora condotto dalla “Sezione di P.G. “Ambiente” di Codesta Procura”, con la quale da anni le due Associazioni ambientaliste hanno “instaurato un proficuo dialogo, in occasione della presentazione delle molteplici segnalazioni ed esposti sugli illeciti riscontrati nel nostro territorio”.

Commenta su Facebook