Caltanissetta, immigrazione e sicurezza. Silp e Cgil segnalano carenza di organici e criminalità minorile

72

Nel pomeriggio di ieri presso i locali della Camera del Lavoro territoriale Cgil di Caltanissetta s’è riunito il Comitato direttivo provinciale del Silp Cgil di Caltanissetta, sindacato di polizia della confederazione. Tra gli altri erano presenti la segretaria regionale della Cgil Sicilia, Mimma Argurio collegata in videoconferenza, ill Segretario Regionale Silp Cgil Sicilia Vito  Alagna e il segretario generale provinciale di Caltanissetta Ignazio Giudice.

Politiche sindacali e organizzative, iniziative per l’autunno 2020 erano alcuni punti all’ordine del giorno discussi dopo l’approvazione della relazione introduttiva del segretario generale provinciale Lino Mastrantonio sull’attività fin qui svolta e sui positivi risultati ottenuti in termini di tutela e valorizzazione delle attività degli operatori della Polizia di Stato in questa provincia.

Il Direttivo ha così invitato la Segreteria Provinciale a continuare nell’opera di tutela del personale della Polizia di Stato, in particolare nel momento storico attuale caratterizzato dal forte incremento del flusso migratorio verso le coste siciliane che “unito alla pandemia in atto impone enorme impegno delle Forze dell’Ordine, affinché insieme al rispetto per la dignità ed i diritti umani degli immigrati, sia salvaguardata la salute e la sicurezza degli operatori impegnati e la tranquillità e sanità pubblica”.

Come già fatto dalla segreteria provinciale, il direttivo del sindacato richiama “l’Amministrazione della Pubblica Sicurezza e le istituzioni interessate, ed in particolare per quanto riguarda il Centro Governativo per Immigrati di Caltanissetta Pian del Lago, all’applicazione delle più stringenti norme in materia di sicurezza e sanità sui luoghi di lavoro verificando efficacemente se il Centro – qualora debba ancora operare anche per l’espletamento degli imposti periodi di quarantena – risponda pienamente a capacità e adeguatezza per ospitare dignitosamente ed in sicurezza un così alto numero di ospiti”. Il sindacato chiede quindi di rivedere al contempo “il dispositivo preposto incrementando anche con l’impiego di Esercito e Battaglioni esterni, il numero di personale chiamato ad operare per la vigilanza”.

Sempre il direttivo ha dato mandato alla Segreteria Provinciale “affinché si adoperi ad ogni livello per richiamare l’attenzione sulla grave carenza di organico degli uffici periferici e distaccati della Polizia di Stato oberati da pressanti richieste di servizi di sicurezza pubblica ed in particolare sulla grave, cronica, carenza di personale, ma perfino degli stessi Magistrati preposti, presso la Sezione di P.G. e/della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Caltanissetta, organico ridotto al lumicino sebbene struttura giudiziaria fortemente gravata, per l’intero territorio provinciale ed oltre, della trattazione dei, purtroppo molti ed in aumento, reati commessi da minorenni specie in realtà complesse, per disagio economico e sociale, come il “vallone” ed i centri di Gela e Niscemi”.

Commenta su Facebook