Caltanissetta ha ancora numeri da zona rossa, i dati del monitoraggio dell’Asp

4063

A Caltanissetta l’incidenza del numero di positivi rispetto alla popolazione fino a metà marzo è stata abbondantemente sotto a quella nazionale e regionale. La curva ha iniziato una scalata quasi verticale a partire dal 10 marzo.

Il grafico divulgato ieri dall’Asp2 di Caltanissetta e contenente la curva dei contagi “pesati” per popolazione, contiene tante tabelle quanti sono i Comuni della provincia nissena. Al 7 aprile (ultimo giorno fotografato nel report), nel Capoluogo i positivi erano complessivamente 706 su una popolazione di poco più di 60 mila abitanti per un incidenza di 1,17 positivi per 100 abitanti. La città dal 16 marzo è zona rossa e solo negli ultimi giorni la curva sembra appiattirsi ma si dovrà aspettare per capire se si tratta di un trend consolidato. Ieri si sono registrati 79 guariti in un giorno e il dato complessivo dei contagi è sceso a 697 mentre i nuovi casi sono stati solo 15 (il giorno prima però 65).

I grafici trasmessi ieri dall’Asp2 servono a visualizzare l’andamento del covid in città e provincia mentre quelli che determinano l’istituzione della zona rossa sono stabiliti dalle nuove regole del Cts a inizio marzo, ovvero 250 casi per 100 mila abitanti da intendere come somma dei nuovi contagi negli ultimi 7 giorni. Stando a questo criterio ancora oggi il territorio del Comune di Caltanissetta rientra nei parametri della zona rossa. Negli ultimi 7 giorni i nuovi casi sono stati 171 su una popolazione di 60 mila abitanti. Il valore dei nuovi contagi dev’essere quindi diviso per 0,6 che è il rapporto tra 60 mila e 100 mila. Risultato? Caltanissetta registra 285 casi per 100 mila abitanti nell’ultima settimana, sufficientemente sopra il limite dei 250 per determinare la zona rossa (dati considerati da sabato 3 aprile a venerdì 9, ndr.).

Discorso diverso a livello provinciale dove (fatte le proporzioni di cui sopra) vi è un incidenza di nuovi casi in 7 giorni pari a 199 per 100 mila abitanti, quindi al di sotto del limite per la zona rossa.

Per l’Asp di Caltanissetta la puntuale comunicazione dei numeri è un motivo di soddisfazione.

“Il documento riassume quanto accaduto in Italia, in Regione, in provincia e comune per comune, a partire dall’inizio dell’anno. In provincia di Caltanissetta – afferma il direttore generale Alessandro Caltagirone – ci siamo sempre distinti grazie al lavoro di tutti. Questo lavoro quotidiano ci consente di allertare immediatamente i sindaci nel momento in cui le curve prendono una inclinazione fuori dal contesto”.

Clicca per scaricare il documento con tutti i grafici in Pdf

Qui l’ultimo report relativo alla giornata del 9 aprile

Commenta su Facebook