Caltanissetta, Guardì (FCI): “Alla gara ciclistica massimo rispetto del protocollo anti Covid”

137

La Federazione Ciclistica Italiana Comitato Regione Sicilia (FCI) ha riportato a Caltanissetta, cuore della Sicilia, la “XCO Città di Caltanissetta”. A organizzare la competizione, inserita nel calendario regionale della FCI, è stata l’ASD Caltanissetta Provincia dei Castelli con la collaborazione dell’Imera Bike Adventure.

“La gara, valevole come III Prova di Coppa Sicilia FCI – e Prova Coppa Ionica Libertas, si è svolta nel massimo rispetto del rigoroso controllo anticovid. Sono state garantite tutte le misure anti Covid e, come consueto, in assenza di pubblico – ha voluto sottolineare il Presidente Guardì -. Hanno avuto accesso unicamente gli atleti, i tecnici, i meccanici e il personale di gara, secondo quanto meglio specificato nel regolamento nazionale per la prevenzione del contagio da Covid-19”.

La Sicilia è stata la prima Regione a ripartire dopo il lockdown generale avvenuto nella primavera del 2020. “Il nostro protocollo è servito come modello per tutti gli altri comitati e siamo fieri di aver potuto dare il nostro contributo per aiutare gli atleti a tornare in sella e gareggiare”.

“Non ci preoccupiamo nel dire che gli atleti iscritti al percorso sono stati 295 – hanno proseguito gli organizzatori -. Tutti i partecipanti, però, sono stati suddivisi per batterie e l’accesso all’area di gara è stato scaglionato. Ai familiari, inoltre, è stato vietato sia l’ingresso sia lo stazionamento ai bordi del circuito. I pass per gli accompagnatori erano stati controllati nei giorni precedenti e notevolmente limitati rispetto alle nostre consuetudini”.

Per accedere all’area di gara, inoltre, bisognava superare il controllo della temperatura e compilare un modulo. “Consideriamo il ciclismo come la nostra seconda famiglia – ha concluso il Presidente Guardì – e in quanto tale ci prendiamo cura di essa”.

La stagione è appena iniziata e la Federazione Ciclistica Italiana Comitato Regiona ha già dimostrato il suo impegno per farla proseguire in totale sicurezza sia per gli atleti sia per i cittadini dei Comuni siciliani che le stanno accogliendo.

Commenta su Facebook