Caltanissetta e Gela, 41 posti di lavoro a rischio: dipendenti della Camera di Commercio in agitazione

323

I rappresentanti sindacali di Fp Cgil, Uil Fpl e Ugl Fna, Rosanna Moncada, Massimiliano Centorbi e Salvatore Lauria, hanno proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori con contratto a tempo determinato in servizio presso la Camera di Commercio di Caltanissetta e Gela. I 41 lavoratori con contratto a tempo determinato, a seguito di una Assemblea, hanno stabilito di concerto con i sindacati, di proclamare uno stato di agitazione, al fine di sapere con certezza i tempi dell’accorpamento delle tre Camere di Commercio (Caltanissetta, Agrigento e Trapani) e il cui decreto ha escluso questi lavoratori dalla pianta organica e nel contempo chiedono di sapere quale sarà il loro futuro occupazionale, alla luce del fatto che non è stata ad oggi attivata alcuna procedura di stabilizzazione ai sensi nella normativa nazionale e regionale vigente. I dipendenti chiedono inoltre di avere tutte quelle risposte concrete alle già continue domande relative al loro stato giuridico, derivante dall’accorpamento dei tre Enti Camerali. Si confida ancora una volta nell’intermediazione del Prefetto, affinché la presente nota venga celermente riscontrata e ciò a seguito dell’incontro dello scorso 23 luglio, in cui il prefetto ha assunto l’impegno, affinché si realizzassero i relativi incontri negli opportuni tavoli istituzionali, motivo per il quale i sindacati si impegnarono allora a non dar corso a qualsiasi altra iniziativa di protesta sindacale, in attesa dei relativi riscontri. Trascorsi i tempi previsti dalla legge per le procedure di raffreddamento, verrà comunicata senza più nulla esitare, la data dello sciopero

Commenta su Facebook