Caltanissetta, corsa clandestina di cavalli: ecco chi sono gli arrestati

1415

Sono sette gli arrestati dai carabinieri nel corso della corsa clandestina di cavalli che era stata messa in piedi ieri mattina in via Salvatore Averna. Cinque appartengono tutti alla stessa famiglia di fruttivendoli. Si tratta dei fratelli Pietro Massimo e Antonino Messineo, il figlio di quest’ultimo Gianluca (assistiti dagli avvocati Walter Tesauro e Gianluca Firrone) e ancora Massimiliano Guttilla, genero di Messineo, e Michele Gambino (assistiti dall’avvocato Gianluca Firrone). A metà pomeriggio di ieri sono stati concessi a tutti loro gli arresti domiciliari. Sono accusati a vario titolo di pomozione e organizzazione di competizioni clandestine tra animali, altri sarebbero sospettati per scommesse clandestine. Quando i carabinieri sono arrivati hanno trovato i cavalli mentre correvano con due calessi. Una vera e propria gara ippica clandestina. I cavalli lanciati a galoppo con i propri calessi correvano pericolosamente sull’asfalto. Rischi per chi cavalcava, per gli animali e per chi sarebbe passato da quelle parti in quel momento, erano infatti le 7 di mattina. I sette erano convinti di stare agendo lontani da occhi indiscreti ma, poi, una chiamata è arrivata ai carabinieri giunti poco dopo sul posto per arrestare i responsabili di quanto stava accadendo. Adesso c’è da capire da quanto tempo andavano avanti corse e scommesse. (Foto archivio)

Commenta su Facebook