Caltanissetta, controlli nelle scuole: un denunciato per ricettazione e un segnalato per uso personale di stupefacenti

911

I poliziotti della sezione volante hanno denunciato in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica un 18enne per il reato di ricettazione e segnalato un suo coetaneo alla locale Prefettura, ex art.75 DPR 309/1990, per uso personale di sostanze stupefacenti. Ieri mattina una pattuglia della Polizia di Stato, nei pressi di un istituto scolastico superiore, ha proceduto al controllo di un gruppo di giovani studenti che sostavano in via Aci. Alla vista degli agenti uno di essi ha gettato uno spinello a terra e un altro ha mostrato evidenti segni di nervosismo. All’interno dello zaino di quest’ultimo, sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato un borsello da donna, con all’interno documenti, carta bancomat e carta postepay, risultato rubato a una studentessa nei giorni scorsi, mentre questa si trovava all’interno di un esercizio commerciale del capoluogo. I due diciottenni sono stati condotti in questura e, dopo gli adempimenti di rito, uno segnalato per uso personale di stupefacenti e l’altro denunciato per i reati di ricettazione e possesso di carte di provenienza illecita. Il borsello rubato è stato restituito alla legittima proprietaria. Diciassette in totale gli studenti identificati ieri nel corso dei controlli svolti presso le scuole del capoluogo. I predetti servizi rientrano nell’ambito del progetto “Scuole Sicure”, volto a contrastare lo spaccio di stupefacenti tra i giovani. La direttiva del Viminale, che contiene misure per prevenire e contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti tra i giovani nei pressi delle scuole, ha anche lo scopo di intensificare la collaborazione tra istituzioni scolastiche e amministrazioni locali per prevenire “le più gravi forme di devianza” e rafforzare “attività di controllo del territorio ai fini della prevenzione dello spaccio di stupefacenti e del relativo consumo davanti alle scuole”. I controlli nelle scuole proseguiranno nei prossimi giorni. (Foto Archivio)

Commenta su Facebook