Caltanissetta c’è. La biblioteca Scarabelli eletta luogo di unione e condivisione virtuale

122

Dal 27 aprile la pagina social istituzionale della biblioteca comunale ospiterà i contributi culturali del progetto“Caltanissetta c’è. Cultura” a cui hanno aderito le Associazioni e le maggiori istituzioni culturali della città. L’assessore Marcella Natale: «La fase 2, il necessario processo di cambiamento e di adeguamento alle nuove condizioni di vita, deve partire anche dalla Cultura»

Artigianato, campagna, cucina, grano, insularità, entroterra, paesaggio, passione, radici, bellezza, famiglia, genuinità, terra. Caltanissetta riparte dai suoi valori, da alcune parole chiave che ne sintetizzano l’essenza, l’anima più recondita, l’identità non sempre svelata. Parole da condividere in un momento di emergenza e spaesamento collettivo in cui però la cultura può essere punto d’incontro: un modo per stare insieme e ripartire, più uniti e solidali di prima, anche se a distanza. E’ questo l’intento del progetto Caltanissetta c’è. Cultura promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Caltanissetta in sinergia con la Soprintendenza ai Beni Culturali di Caltanissetta, il Museo Diocesano del Seminario Vescovile di Caltanissetta, e con la collaborazione del Parco Archeologico di Gela e delle Associazioni culturali della città.

«Sono convinta che in un momento difficile come quello che stiamo vivendo sia necessario ripartire proprio dal nostro passato, dai nostri valori, dalle attività produttive della nostra città – ha detto Marcella Natale, assessore alla cultura del Comune di Caltanissetta -, per proporre e far conoscere, anche fuori dai confini territoriali, una città che secondo noi non merita di stare all’ultimo posto della classifica italiana 2019 sulla  “Qualità della vita” (pubblicata da Il Sole 24ore). Ho capito che il mio è un sentimento condiviso dalla maggior parte dei nisseni, ne è prova la nutrita adesione delle Associazioni culturali del territorio, a cui va tutta la mia riconoscenza. Penso che tutti insieme, uniti, possiamo compiere un primo passo di quella che sarà la fase 2, e cioè “ripartire”, nella convinzione che il necessario processo di cambiamento e di adeguamento alle nuove condizioni di vita debba avviarsi anche dalla Cultura.».

Un progetto già in qualche modo avviato con l’iniziativa “Io leggo per…” – nato dal “Patto di Caltanissetta per la lettura” affinché la lettura diventi un’abitudine sociale diffusa – e che si amplia con l’unico obiettivo di stringersi intorno ai valori condivisi dalla comunità nissena, alle tradizioni e alla memoria della città. Così da lunedì 27 aprile la pagina Facebook della Biblioteca Comunale “Scarabelli” di Caltanissetta si riempirà di contenuti culturali (interviste, commenti, musiche, letture, e quanto ognuno ritiene utile condividere con gli altri), secondo un palinsesto diversificato per bambini e adulti. La Biblioteca  comunale diventerà così un luogo d’aggregazione virtuale simbolico, uno spazio comune, in cui insieme, vicini anche se lontani, si può essere più forti, coesi.

«Ho accettato con entusiasmo la proposta dell’Assessore Marcella Natale, perché l’iniziativa  rispecchia pienamente una delle principali attività istituzionali della Soprintendenza: la valorizzazione dei nostri Beni Culturali – ha detto Daniela Vullo, Soprintendente ai Beni Culturali ed Ambientali della Provincia di Caltanissetta – . Attraverso la presentazione di brevi filmati  racconteremo la storia di  edifici, opere d’arte, luoghi  della nostra città, guidando virtualmente gli spettatori in ambiti spesso sconosciuti, a volte inaccessibili ma ricchi di grande fascino, tradizione e bellezza. Mi auguro che attraverso  il contributo della Soprintendenza i cittadini nisseni, costretti ad una permanenza forzata in casa a causa della attuale situazione epidemiologica, maturino il desiderio di conoscenza  dei nostri beni culturali, e cresca sempre più quell’interesse per il centro storico di Caltanissetta,  dove in ogni angolo si respira la storia. “Pillole di cultura”, dunque, per comprendere e amare  le bellezze della nostra città».

«Per una istituzione culturale come la nostra è difficile immaginare di poter fare attività in questo momento storico – dice Giuseppe Di Vita, direttore del Museo Diocesano di Caltanissetta -. Stavamo iniziando a discutere sul da farsi quando è arrivata la proposta dell’Assessore Marcella Natale: progettare un percorso condiviso dove i singoli soggetti potessero produrre materiale per far conoscere ciò che di bello abbiamo. Così il gruppo di lavoro del Museo Diocesano si è messo subito al lavoro: il primo video che intendiamo condividere con la comunità riguarderà in maniera generica il Museo, ma in seguito faremo conoscere aspetti interessanti e curiosi del nostro patrimonio».

Il via lunedì 27 aprile alle ore 18. L’aggiornamento sugli eventi di “Caltanissetta c’è. Cultura” sarà comunicato attraverso la stessa pagina Facebook Biblioteca comunale “Scarabelli” Caltanissetta @bibliotecacomunalescarabellicaltanissetta

https://www.facebook.com/bibliotecacomunalescarabellicaltanissetta/

Commenta su Facebook