Caltanissetta, busta con proiettile al procuratore capo Amedeo Bertone

502

Massima allerta al palazzo di giustizia di Caltanissetta. Una busta con un proiettile è stata recapitata al procuratore capo Amedeo Bertone, in questo momento impegnato in alcune delicate inchieste con i magistrati del suo ufficio. E proprio un’indagine in corso a Caltanissetta viene citata nella lettera anonima che accompagna il proiettile: un riferimento minaccioso al caso che vede coinvolto l’ex numero uno di Sicindustria, Antonello Montante, da maggio in carcere con l’accusa pesante di associazione a delinquere, per aver creato – questa l’ipotesi della procura – una rete riservata per spiare le indagini, ma anche una lobby politico-economica che avrebbe razziato fondi regionali. Nei giorni scorsi, la procura nissena ha presentato la richiesta di rinvio a giudizio per Montante ed altre 22 persone (fra cui l’ex presidente del Senato Renato Schifani e l’ex capo dei servizi segreti Arturo Esposito); per la seconda tranche, invece, l’indagine della squadra mobile nissena prosegue, pochi giorni fa sono stati acquisiti altri atti a Palermo, all’assessorato regionale Attività produttive e nella sede di Unioncamere Sicilia.

Adesso, c’è un’indagine della procura di Catania sulle minacce al procuratore Bertone. Presto, inizieranno gli accertamenti scientifici, alla ricerca di tracce sul proiettile e sulla lettera anonima. (Repubblica)

Commenta su Facebook