Caltanissetta, aggressione in pronto soccorso: insulta e brandisce ombrello contro un medico

1455

Inveisce e brandisce l’ombrello contro un medico di pronto soccorso perché non accettava l’aggravarsi delle condizioni del padre. E’ successo qualche giorno fa, giovedì mattina, al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Elia dove un uomo era stato trasportato in condizioni critiche. La figlia del paziente, venendo a conoscenza dell’aggravarsi delle condizioni del padre, avrebbe cominciato a inveire contro il personale medico arrivando, sembrerebbe, a chiedere che non venissero effettuati ulteriori accertamenti. La donna sarebbe stata invitata dai medici a  calmarsi e a lasciarli lavorare. A quel punto però  avrebbe cominciato a brandire l’ombrello contro una delle dottoresse che stava operando insultandola. Fermata dal fratello, la donna, è stata allontanata dalla sala visite. Adesso la donna rischia una denuncia. La minaccia o l’aggressione verbale o fisica nei confronti di un operatore sanitario infatti costituisce un reato perseguibile per legge.

Commenta su Facebook