Caltanissetta, a rischio la ripartenza dei servizi per i disabili nelle scuole: i genitori si appellano ai deputati

648

Venerdì pomeriggio durante la riunione presso la Prefettura di Caltanissetta in merito alla problematica riguardante il taglio utenze alle scuole effettuato dal libero Consorzio di Caltanissetta – scrive Fabrizio Parla, di Avanguardia – si è accennato anche ad un altro problema che probabilmente vedrà porsi in essere da lunedì stesso con tutti i danni connessi, e cioè l’interruzione del servizio di trasporto disabili e del servizio igienico-sanitario per gli stessi per le scuole superiori, una problematica che ha radici profonde e che si ripresenta sistematicamente a causa dei continui tagli ai servizi di trasporto e igiene personale a scuola.

Dei genitori mi hanno contattato preoccupati delle possibile interruzione già a partire da lunedì e mi sono permesso di informare prontamente la deputazione locale certo di un rapido riscontro  affinché si eviti la negazione del diritto allo studio per questi ragazzi e ragazze.  In ragione di queste difficoltà non si può più perseguire una continua emergenza bensì urge un ripensamento delle politiche in materia e la deputazione locale deve fare quadrato su una provincia quale quella di Caltanissetta che oltre all’isolamento rischia un impoverimento totale anche in termini di servizi necessari come quelli in favore dei disabili. Non si possono lasciare sole queste famiglie, proprio per questo mi rivolgo agli Onorevoli Mancuso, Cancelleri, Bartolozzi, Varchi e Pagano  e all’Assessore al ramo Ippolito, affinché possano trovare le risorse ed intervenire rapidamente dando voce a chi spesso non ne ha.  Sono certo che gli stessi (che sicuramente conoscono la problematica) potranno insistere sul governo regionale il quale è già espresso ed è già intervenuto più volte in tema di diritto allo studio chiedendo e garantendo un regolare svolgimento dello stesso proprio perché è un servizio pubblico e di primaria importanza”.

Commenta su Facebook