Caltanissetta, 50 pasticche di ecstasy nascoste nella camera della nonna: 20enne arrestato dalla polizia

733

Sabato scorso i poliziotti della sezione volante hanno tratto in arresto il ventenne Goldstein Eduard Otto, cittadino romeno residente nel Capoluogo, poiché colto nella flagranza di reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane è stato anche denunciato per detenzione abusiva di armi. Nel corso di servizi di prevenzione e repressione del traffico di sostanze stupefacenti, gli agenti hanno eseguito una perquisizione domiciliare presso l’abitazione del ventenne, ubicata nel centro cittadino. All’interno dell’abitazione, e più precisamente nella stanza da letto utilizzata dalla nonna convivente dell’arrestato, è stata trovata una busta di plastica contenente 50 pasticche di ecstasy. Nel corso della perquisizione sono stati trovati anche un bilancino di precisione, un tirapugni in metallo, delle cartucce a salve di diverso calibro, un grinder – utilizzato per triturare la marijuana – e dell’hashish. L’arrestato, che avrebbe nascosto l’ecstasy nella camera della nonna, probabilmente per eludere i controlli di polizia, ha dichiarato agli agenti di essere il proprietario di tutto il materiale sequestrato. Goldstein Eduard Otto, al termine dell’atto di polizia giudiziaria, è stato condotto in questura, dove è stato sottoposto a rilievi foto dattiloscopici presso la polizia scientifica. Dopo gli adempimenti di rito, su disposizione del P.M. di turno, è stato accompagnato agli arresti domiciliari a disposizione dell’A.G. L’ecstasy o MDMA, c.d. “droga del sabato sera”, è una sostanza psicoattiva, una metanfetamina, che ha effetti eccitanti e, una volta finito l’effetto, porta ansia, irritabilità e, in alcuni casi, depressione. In relazione alle condizioni di tempo e di luogo, sul mercato illegale, il costo di una pasticca di ecstasy può variare da 10 a 20 euro.

Commenta su Facebook