Caltanissetta, 41 precari in scadenza in due centri per autismo e alzheimer. La Fials: “Un incontro urgente per scongiurare disservizi”

516

Il 30 giugno prossimo scadranno i contratti del personale precario impiegato presso due centri di Caltanissetta per il trattamento dei soggetti con spettro autistico e di pazienti con alzheimer. Si tratta di 41 lavoratori tra Oss, educatori, fisioterapisti, infermieri, assistenti sociali, psicologi e altre figure. Se non si provvederà in tempo a rinnovare i contratti, i servizi saranno a rischio e a farne le spese sarà ovviamente anche l’utenza. Così la segreteria della Fials, guidata in provincia di Caltanissetta da Gioacchino Zuppardo, ha scritto una nota all’Asp ricordando che “in riferimento all’incontro che si è tenuto presso la commissione Sanità all’Ars lo scorso marzo, durante la quale si è già discusso delle problematiche che riguardano vari centro di cura, chiediamo una convocazione urgente per trovare possibili soluzioni e dare una risposta ai lavoratori e agli utenti”.

Commenta su Facebook