Calendario AIPD 2019 con Cerbere Nissa Rugby ed under 14 femminile

310
Foto di Dario Miraglia

CALTANISSETTA – Martedì pomeriggio di rugby “unico” ed irripetibile allo stadio “M. Tomaselli” di Caltanissetta: protagonisti i ragazzi e le ragazze della sezione di Caltanissetta dell’Associazione Italiane Persone Down e le rugbiste della Nissa Rugby, Cerbere ed under 14. Sorrisi, sport, palla ovale, solidarietà integrazione e tanta passione per preparare al meglio il calendario 2019 dell’AIPD: due ore di divertimento che hanno regalato coinvolgenti momenti di sport.

Già nel 2015 l’AIPD e la Nissa Rugby, in quell’occasione con la formazione maschile seniores, avevano collaborato: un sodalizio proficuo che si è voluto rinnovare.

Andrea Lo Celso, direttore sportivo, della società nissena non nasconde l’orgoglio e la gioia di poter ripetere un’esperienza dal forte valore sociale: “Già in passato avevamo vissuto questa bellissima esperienza con i ragazzi della senior. Quest’anno abbiamo voluto far vivere questo significativo momento alle nostre ragazze; siamo da anni vicini all’AIPD e più volte abbiamo partecipato alla loro manifestazione “corri con me”. I ragazzi della associazione con le proprie famiglie e il presidente D’Aquila non smettono mai di ringraziarci ogni qual volta viviamo questi momenti ma, a ringraziarli dobbiamo essere noi perché i loro sorrisi e la loro spontaneità non fa altro che riempirci di gioia”.

Stesse emozioni permeano le parole di Marina Medico, capitano delle Cerbere: “L’aspetto sociale è importante per le società sportive: dobbiamo dare l’esempio e riuscire a trasmettere le emozioni che in questo caso sono generate dalla palla ovale a chi non vive questa realtà, a maggior ragione in questo contesto. Sono iniziative che non necessitano di belle parole, le emozioni si vivono, ci rafforzano, ci arricchiscono: a questi atleti speciali, raccontiamo la bellezza di uno sport di contatto. Tutte siamo state liete di partecipare e per essere qui non è stato un problema sacrificare lavoro o tempo libero: ne siamo state liete. Sappiamo che inoltre ci sarà un messaggio contro la violenza sulle donne, quindi siamo ancor più orgogliose e motivate: nel 2018 è ancora un argomento tabù e talvolta, con stupore, mi accorgo che i mezzi di comunicazione parlando di violenza colpevolizzano le vittime. Dobbiamo fare ancora tanta strada, aprire le menti”.

Mentre il fotografo ha il suo bel da fare nel “catturare” gli scatti giusti tra corse, passaggi, placcaggi e sorrisi, non mancano i “vibranti” richiami all’ordine di Daniele D’Aquila, presidente dell’AIPD Caltanissetta, che poi sottolinea: “Abbiamo accettato l’invito della femminile, Cerbere ed under 14, per passare qualche ora insieme, con i nostri ragazzi che non lesinano impegno nell’andare in meta anche oggi, come sempre perchè dotati di una forza particolare. Integrazione e condivisione animano molte delle nostre iniziative ed in occasione del calendario 2019 che presenteremo ad ottobre, uniremo una riflessione sulla violenza alle donne; oggi cerchiamo di coniugare al meglio questi due messaggi con le fotografie”.

 

 

Commenta su Facebook