Calcio, Serie D. Dopo il Castrovillari la Sancataldese supera anche il Roccella. Marcenò predica umiltà

673

Seconda vittoria di fila per la Sancataldese che dopo aver battuto il Castrovillari nel recupero infrasettimanale di mercoledì scorso, al Valentino Mazzola si è imposta domenica anche sulla squadra calabrese del Roccella con il risultato di 2 a 1. Sebbene i verdeamaranto predichino umiltà, sottolineando come con la vittoria di domenica abbiano raggiunto quota 29 punti nel campionato di Serie D, a +6 dalla zona play out, è innegabile che la squadra di mister Rosario Marcenò sia anche più vicina alla zona play off da cui la dividono soltanto 5 punti in classifica.

“Non scherziamo, il nostro obiettivo è la salvezza, questo è il nostro scudetto” dice il tecnico verdeamaranto. “Sono due vittorie importanti che ci permettono di respirare ma la strada è ancora in salita, ci sarà da lottare”.

La Sancataldese in casa è andata inizialmente in svantaggio, dopo il gol degli ospiti al 42° del primo tempo con Rodriguez. Con un nuovo assetto tattico e in superiorità numerica, i verdeamaranto hanno pareggiato al 9° minuto della rirpesa con Gonzalez e raddoppiato sei minuti dopo con Carioto. Dopo un paio di occasioni fallite dei padroni di casa per chiudere definitivamente la partita il Roccella ha sfiorato il pareggio nel finale con Tedesco al 97°, ma la palla finisce a lato.

“Ieri abbiamo fatto tutto noi – spiega Marcenò – subito siamo andati in superiorità numerica e tutto sembrava mettersi per il verso giusto e invece andiamo in svantaggio. Fortunatamente nel secondo tempo in dieci minuti abbiamo ribaltato il risultato, poi potevamo fare il 3 a 1 ma anche abbiamo rischiato di subire il pareggio, quindi è andata bene così”.

Commenta su Facebook