Calcio a 5. Fallisce l’impresa della Nissa Futsal di battere la capolista Cosenza

217

Non riesce l’impresa ai nisseni che impattano in una sconfitta sul parquet della capolista Cosenza,la seconda consecutiva in stagione. Una squadra contratta, nervosa e un pizzico stucchevole non è riuscita ad impattare nella maniera migliore la gara al cospetto dei calabresi che con merito allungano sulle inseguitrici vedendo sempre più alla portata la promozione diretta in A2. Andando al racconto della gara al 3’ La Rosa prova ad impensierire il portiere ma la sfera termina a lato; Sembra tenere bene il campo la formazione di mister Tarantino ma da lì a poco gli innumerevoli falli concessi dai nostri giocatori, ben 5 in poco meno di 10 minuti di gioco, consentono agli avversari di portarsi pericolosamente dalle parte di Lo Pinzino. La squadra inizia inspiegabilmente ad innervosirsi e a commettere errori evitabilissimi in uscita con la palla; Non riesce neppure il passaggio più facile al compagno; Poco dopo arriva il sesto fallo, tiro libero e vantaggio del Cosenza. I giallorossi hanno la palla del possibile pari ma Ramon clamorosamente non trova il varco giusto da posizione favorevole. Al 12’ Marino si invola in profondità servito da Allyson ma la palla termina di poco fuori.

Al 17’ arriva il raddoppio, svista difensiva e Marchio deposita in rete. Palla a centro ed arriva la rete che riaccende le speranze con il nostro Ramon, conclusione radente e palla nel sacco. Nella ripresa parte forte la Pro Nissa nel tentativo di sorprendere gli avversari, La Rosa arpiona la palla conclusione a botta sicura ma la palla si stampa sul palo; Un minuto dopo ci prova Marino ma la doppia conclusione viene respinta dal portiere rossoazzurro. Errore in appoggio di Rafinha, il Cosenza ne approfitta ma Marino sulla linea di porta evita la capitolazione; Al 9’ Rafinha tutto solo servito da Lolo mette clamorosamente fuori a portiere battuto. In nisseni continuano ad essere un po’ troppo spreconi e fallosi. Arriva il sesto fallo, sulla susseguente punizione è 3 a 1 per i calabresi. Tarantino a quel punto prova la carta del quinto di movimento con Torres; arriva la rete del 3 a 2 a 10 minuti dalla fine. Ma l’ennesimo tiro libero spiana la strada al Cosenza per il successo finale. La quinta ed ultima marcatura la mette a segno Zafra a porta sguarnita; Arriva il secondo stop consecutivo che pregiudica di fatto la corsa verso il primo posto. Analizzando bene si esce sconfitti contro una corazzata che merita di stare lì,ma concedendo un numero considerevoli di tiri liberi. Dimostrazione che abbiamo approcciato la gara un po’ troppo nervosi prestando il fianco agli avversari. C’è senz’altro qualcosa da correggere perché bisogna difendere il secondo posto ed andare avanti in Coppa. Nulla è ancora compromesso ma urge un cambio di rotta immediata. Un ringraziamento alla società di casa per la grande accoglienza e l’ospitalità ma il plauso migliore va ai nostri meravigliosi tifosi che si sono sobbarcati chilometri per stare vicino alla squadra in questo momento delicato della stagione.

Commenta su Facebook