Bus di linea a secco di carburante. La Scat vara il ridimensionamento delle corse.

798

ScatI fornitori hanno chiuso i rubinetti minacciando di tagliare completamente la fornitura di carburante per le numerose fatture giacenti negli uffici e non pagate. E così la Scat, società cooperativa del trasporto pubblico locale di Caltanissetta, ha scritto al Prefetto e alle autorità per mettere a conoscenza i cittadini che dal 6 luglio “le corse subiranno una riduzione finalizzata a scongiurare il blocco totale del servizio a causa della sospensione della fornitura di carburante da parte della nostra ditta fornitrice, per il ritardo nel pagamento delle fatture scadute. La Scat comunica anche di essere in attesa della riunione in Prefettura dove discutere della grave crisi finanziaria in cui versa la cooperativa, “determinata dal ritardo nell’incasso dei crediti vantati nei confronti della Pubblica Amministrazione”. Sebbene non citati nel comunicato i due enti debitori sono il Comune e la Regione. Le Linee 1, 3, e 5 avranno da domani una frequenza di 60 minuti con prima corsa alle 7,10  (Linee 1 e 5) ed alle 7,45 (linea 5). Le Linee 2, 4, e 6 avranno frequenza ogni 40 minuti. Prima corsa alle 7,20 (linea 2), alle 6,50 (linea 4) e alle 7,00 (linea 6). Le corse festive rimarranno invariate.

Commenta su Facebook