Bretella A-19 chiusa e opere compensazione. Failla (NCD): "Sindaco illustri sua attività"

710

Il consigliere comunale del Nuovo Centro Destra Angelo Failla presenta un’interrogazione avente per oggetto la riapertura della bretella di collegamento con l’autostrada A-19 e le opere compensative relative al raddoppio della S.S. 640 a pochi giorni dalla conferenza stampa annunciata dal sindaco Giovanni Ruvolo con i responsabili di Anas ed Empedocle 2.
L’interrogazione nasce dalle dichiarazioni dell’ingegnere Mario Liti, responsabile tecnico del General Contractor “Empedocle 2”, che ha annunciato che la bretella di collegamento aprirà a dicembre prossimo;
“Detto termine – scrive Failla – viene annunciato a seguito delle infondate comunicazioni diffuse, sia da parte di Empedocle2 ed Anas sia dall’Amministrazione Comunale sulla riapertura della bretella, prima ad ottobre, poi a gennaio scorso”.
“Ricordiamo che il 24 novembre 2014 il Sindaco diffuse un comunicato stampa nel contesto del quale annunciò, a seguito del sopralluogo con i vertici ANAS, che la bretella sarebbe riaperta entro gennaio scorso, e che aveva chiesto ed ottenuto le opere compensative già fissate nel Consiglio Comunale del gennaio 2014, contrattualizzate dalla precedente Amministrazione nel verbale del marzo 2014 e successivamente approvate dall’attuale Consiglio Comunale, nella seduta monotematica del 12 novembre 2014, e nello specifico il raccordo stradale tra la Stazione di Xirbi e la Circonvallazione Firrio, e la zona di Santo Spirito, lo svincolo su Via Pietro Leone per la cittadella giudiziaria, e lo svincolo ed il prolungamento della Via Costa ed il sotto passaggio per la Via Rochester”.
Per Failla “è noto a tutti lo stato di pericolo e il disagio che stanno sopportando tutti gli utenti della strada, ormai da otto mesi costretti a percorrere la S.S. 626 che presenta notevoli congestioni del traffico”.
“Che è altresì nota l’inadempienza dell’A.N.A.S. nella presentazione dei progetti delle opere compensative che dovevano essere presentati entro i primi di luglio del 2014. Il Sindaco ha annunciato una conferenza stampa per il 18 marzo con i vertici A.N.A.S. per fornire notizie sui tempi di riapertura della bretella e sulle opere compensative. L’ING. LITI di Empedocle2, nell’annunciare la riapertura della bretella per fine anno sulla stampa, evidentemente anticipando i tempi della conferenza stampa, ha già di fatto reso noti i contenuti della stessa, e per di più ha evidenziato che tale riapertura sarebbe stata concertata con il Comune”.
“Nei mesi passati – ricorda il consigliere NCD – numerosi sono stati gli interventi sull’argomento dei Consiglieri Comunali di ogni appartenenza politica, che hanno chiesto risposte al Sindaco, e che un preciso atto di indirizzo gli è stato impartito dal Consiglio Comunale monotematico sulla S.S. 640 e la ferrovia, senza che ancora l’Amministrazione si sia pronunciata ricercando il necessario confronto nelle sedi Istituzionali e con le parti interessate”.
Sulla base di questi presupposti, enunciati nell’interrogazione, il consigliere Angelo Failla chiede “quali siano le documentate attività poste in essere dall’Amministrazione Comunale in ordine ai rapporti con A.N.A.S. ed Empedocle Due sull’argomento della riapertura della bretella, ed in particolare gli atti Ufficiali e la corrispondenza intrattenuta con i Soggetti di cui sopra con cui possa comprovare l’attività a tutela della propria collettività”.
“Laddove dovesse risultare confermato quanto già dichiarato dall’Ing. Liti, quali siano le motivazioni per le quali ha ritenuto di dover condividere delle decisioni così pesanti per il nostro territorio con A.N.A.S. ed Empedocle 2 della riapertura della bretella per il dicembre 2015, senza prima avere effettuato i necessari passaggi Istituzionali con il Consiglio Comunale, e ciò dopo i numerosi interventi di Consiglieri Comunali sia di maggioranza che di opposizione”.
E ancora: “Quali siano le documentate attività poste in essere dall’Amministrazione Comunale in ordine ai rapporti con A.N.A.S. ed Empedocle Due sull’argomento delle opere compensative approvate dal Consiglio Comunale e nello specifico il raccordo stradale tra la Stazione di Xirbi e la Circonvallazione Firrio e la zona di Santo Spirito, lo svincolo su Via Pietro Leone per la cittadella giudiziaria, e lo svincolo ed il prolungamento della Via Costa ed il sotto passaggio per la Via Rochester ed in particolare elenchi il Signor Sindaco gli atti Ufficiali e la corrispondenza intrattenuta con i Soggetti di cui sopra con cui possa comprovare l’attività a tutela della propria collettività”.
Infine Failla chiede “quali siano le motivazioni per le quali A.N.A.S. ed Empedocle siano ad oggi inadempienti rispetto agli impegni assunti che prevedevano la presentazione dei progetti di cui sopra entro giugno 2014, e anche rispetto al Consiglio Comunale monotematico di dicembre scorso che dava indirizzo all’Amministrazione di attivarsi in tal senso e riferire in Consiglio, quali documentate azioni il Sindaco ha avviato e quando intenda riferire in Consiglio Comunale”.

Commenta su Facebook