Borse e scarpe contraffatte sequestrate nel nisseno dalla Guardia di Finanza

301

I Finanzieri della Tenenza di Mussomeli, nell’ambito del controllo economico del territorio, finalizzato alla prevenzione ed alla repressione del commercio e della detenzione di merce con marchio contraffatto, hanno effettuato un attento monitoraggio della circolazione stradale dei mezzi di trasporto lungo la S.S. 189, direzione Agrigento.

Un’attività iniziata in prima serata, subito dopo il tramonto, attraverso l’impiego di agenti in borghese con il compito di osservare e segnalare ai loro colleghi in divisa l’eventuale transito di automezzi che,con molta probabilità,stracolmi di merce di qualsiasi genere,abbandonavano, quasi certamente, la piazza di San Giovanni Gemini, ove erano in corso i festeggiamenti per una nota e sentita ricorrenza religiosa.

Il dispositivo di contrasto, così attuato, ha consentito di sequestrare un ingente quantitativo di merce palesemente contraffatta. Nello specifico stiamo parlando di 338 paia di scarpe marchiate Nike, Adidas, Lacoste, Hogan e 93 borse griffate Prada, Lui Jo, Michael Kors, trasportati a bordo di due automezzi guidati da soggetti di nazionalità senegalese che, pertanto, sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per detenzione ai fini di commercio di beni contraffatti.

Le operazioni di servizio hanno permesso, altresì, d’intercettare una terza autovettura, sempre guidata da un cittadino extracomunitario, anche lui di nazionalità senegalese, all’interno della quale sono stati rinvenuti n. 762 articoli di largo utilizzo come cappellini, orologi, occhiali, marsupi ed altro che sono stati sottoposti a sequestro poiché privi delle indicazioni obbligatorie e dunque commercializzati in violazione di quanto previsto dagli artt. 6, 7 e 9 del D.Lgs. 206/2005.

L’odierna operazione di servizio conferma, ancora una volta, che le Fiamme Gialle, attuando le linee guida per l’anno in corso, hanno fortemente intensificato l’azione di contrasto ad ogni forma di illecito che penalizzi il mercato legale e la crescita economica del Paese.

 

Commenta su Facebook