Bollette luce e gas: il Codacons Caltanissetta dichiara guerra agli enti erogatori di energia

711

Il Codacons Caltanissetta dichiara guerra ai soggetti erogatori dell’energia attraverso azioni legali finalizzate ad impedire aumenti delle tariffe e aggravi in bolletta che peserebbero ingiustamente sui cittadini. L’associazione contesta gli aumenti delle bollette della luce determinati dalla recente delibera 50/2018 dell’Arera (Autorità per l’energia), che prevede un aumento ingiustificato delle fatture di tutti gli utenti (anche se in regola con i pagamenti), allo scopo di recuperare gli oneri generali di sistema versati dai distributori e non incassati. Sulla questione delle morosità addebitate sulle bollette elettriche di tutti gli utenti, negli ultimi giorni, è scoppiato un vero e proprio caos, con tanto di pericolosissime bufale che circolano sul web e attraverso catene inviate tramite WhatsApp. Il Codacons denuncia la non veridicità dei messaggi circolanti sui social networks che annunciano un addebito da 35 euro sulla bolletta della luce di aprile, finalizzato a coprire i debiti degli utenti morosi, e mette in guardia da inviti a non pagare la bolletta. Si tratta di una bufala a tutti gli effetti, che solo in parte si fonda su un aspetto reale. La sede provinciale Codacons di Caltanissetta ha deciso di avviare un’azione giudiziaria per ottenere l’annullamento della delibera dell’Autorità per l’energia nella parte in cui addebita illegittimamente all’intera collettività gli oneri di sistema non pagati. I legali dell’associazione nissena, l’Avv. Daniela Dell’Utri e l’Avv. Giuseppe Orlando, invitano tutti i cittadini a mobilitarsi contro queste vessazioni inaccettabili scrivendo all’indirizzo mail caltanissetta@codaconsicilia.it.

Commenta su Facebook