Bollette acqua. I Comitati di quartiere con la CISL: "Tavolo comune per trovare soluzioni"

642

I Comitati di quartiere si associano alle valutazioni fatte dalla CISL in merito all’ esagerato aumento delle bollette dell’acqua. “La cosa più importante è trovare la soluzione al problema e non individuare un capro espiatorio per scaricare la colpa a qualcuno”, afferma il coordinamento in una nota. I comitati di quartiere di Caltanissetta sottolineano come il referendum sull’acqua pubblica sia di fatto scavalcato da Caltaqua, sulla base di una interpretazione delle tariffe fornita a livello nazionale dall’Autorità per l’energia e il gas. Un nodo, questo, che solo un intervento legislativo può sciogliere. “Ma esiste anche il problema di Sicilaacque – affermano – che fornisce l’acqua a tariffe elevate”.

“Il Sindaco Campisi in questa fase di pura campagna elettorale non fa altro che promuovere un investimento fatto da Caltacqua per rifare la rete idrica della Provvidenza e della contrada Gibil-Habib. La rete idrica va rifatta e siamo tutti soddisfatti ma è un investimento che Caltaqua fa con i soldi della Regione. Il problema del rincaro delle bollette esiste ancora e va risolto. E’ interessante la proposta della CISL di aprire un tavolo con gli altri sindacati, i Comitati di quartiere, il Commissario Straordinario della provincia i Sindaci. Il problema è politico e vanno interessati i deputati regionali. Una soluzione si potrà trovare non a colpi di conferenze stampa e campagne elettorali: ai cittadini non interessa il perchè la bolletta continua ad aumentare” .

Commenta su Facebook