“Binomio cultura – spettacolo? Si può fare”. Scommessa vinta al Memorial Nuccia Grosso

520

premia nuccia grosso 2Coniugare cultura e spettacolo non è cosa facile. Parlare di temi importanti come quello del bullismo non cadendo nella noiosa retorica e riuscendo alla fine a coinvolgere il pubblico che non si “stanca”ma, al contrario, passa una “piacevole serata”non può che far felici gli organizzatori del premio al giornalismo memorial Nuccia Grosso.

Protagonisti in assoluto i ragazzi che hanno partecipato al concorso e che hanno affrontato il delicato tema del bullismo.

Protagonista Nuccia Grosso, ricordata con un servizio televisivo realizzato qualche giorno dopo la sua dipartita da Ivana Baiunco che ha commosso il pubblico presente in sala.

Da brividi l’inizio dell’evento con un canzone ancora non edita scritta da Alessandro Mancuso e magistralmente eseguita da Alfonso Milazzo ed il quintetto delle Daimon che hanno anche deliziato il pubblico con due brani perfettamente eseguiti.

premio nuccia grosso 3Ed emozioni arrivano dalla performance di Alessandra Alessi con “tu si na cosa grande” e la recita “cantata” su una delle più belle poesie di sempre: la pioggia del Pineto.

Lavoro non facile per la giuria composta dalle principali testate giornalistiche e presieduta dal condirettore di Live Sicilia Salvo Toscano, poi intervistato sul palco dalla giornalista Ivana Baiunco.

Un lavoro agevolato  da una “selezione naturale” che ha visto premiati quegli studenti che hanno presentato un lavoro dai connotati più vicini ad un articolo giornalistico.

Interessante il lavoro di prevenzione sul tema del bullismo che sta svolgendo la questura Di Caltanissetta  che è stato presentato dall’ispettore Salvatore Falzone e che si è incentrato sulla figura  dei genitori , primi ad avere le avvisaglie da vittima o carnefice sui comportamenti anomali dei figli.

 

Due i premi assegnati: Lucia Maria Collerone ha vinto per la sezione il libro dell’anno con “l’amore brucia come lo zolfo”e Rita ed Olga Giliberto per “l’evento dell’anno” con la manifestazione concorso internazionale di danza Sicilia in premio Michele Abbate.

Ha vinto Giorgia Tumminelli del liceo Scientifico Alessandro Volta con l’articolo dal titolo “vai via sgobbona”.

Seconda classificata Stefania Caruso del Liceo Classico Ruggero Settimo con “Vedi, non limitarti a guardare”.

Terza classificata Noemi Lombardo dell’Itet Rapisardi/DaVinci

Per la sezione dvd primi classificati Davide Zito Simone Ferrara e Federico Cumbo del Liceo Scientifico A.Volta, al secondo posto Francesco Morfino del Liceo Scienze sociali Manzoni Iuvara.

(Foto Radio cl 1)

Commenta su Facebook