Bilancio previsione, Ncd al Sindaco: “compiaciuti per rassicurazioni, ma solo parzialmente soddisfatti”

1016

(Riceviamo e pubblichiamo) “Esprimiamo compiacimento per la sollecitudine e le rassicurazioni con le quali il Sindaco Ruvolo e l’Assessore Pastorello hanno ritenuto, con la loro garbata lettera aperta, di dover riscontrare il nostro intervento e che ci ha, però, solo parzialmente soddisfatto nei contenuti”.

Così il coordinamento del Nuovo centro Destra risponde alla lettera del sindaco Ruvolo e dell’assessore boris Pastorello che a propria volta avevano replicato alle osservazioni mosse da Ncd sulle novità del bilancio di previsione, come vaucher senza tetto, fondo di garanzia per grandi eventi, ufficio europa, etc…

In primo luogo, pur apprezzando le generali e note considerazioni sulla struttura giuridica dei tributi imposti dallo Stato, ormai conosciute ai più, permane nell’intervento la mancanza di trasparenza in ordine ai dati contabili attinenti agli anni 2010, 2011, 2012 e 2013 relativi all’Amministrazione Campisi, che potrebbero rendere con concretezza ai cittadini il reale aumento di carico fiscale effettivamente necessario, utile alla “partecipazione” degli stessi alle scelte di spesa che si stanno attivando. Ricordiamo infatti che l’Assessore Pastorello ha effettuato un raffronto rispetto all’anno 2009, che ci permettiamo di dire, trattandosi di fisco, deve considerarsi un’altra epoca.

Si è soddisfatti nel registrare che il regolamento IUC ha PARZIALMENTE colto alcuni riferimenti del precedente regolamento IMU redatto dall’allora Sindaco Campisi e dagli Assessori Calafato e Milazzo. Deve d’altra parte rilevarsi che non sono state minimamente considerate le agevolazioni per le locazioni, strategicamente importanti per le politiche della case e per l’emersione dell’evasione ed elsusione fiscale. Tuttavia ci si augura che anche questi suggerimenti siano colti nel dibattito consiliare, dove avverrà la presentazione di specifici emendamenti.

In ordine alla riduzione del costo del servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti anticipato durante l’assemblea e ribadito nella lettera aperta, che determinerà l’importo della TASI a carico dei Cittadini, si è portati a raccomandare la massima prudenza nella comunicazione. E’ infatti vero che l’Amministrazione Campisi, con aspre battaglie è risuscita a comprimerne i costi dai circa 16.000.000 di euro annui precedenti agli attuali 12.000.000 di euro annui, ma è altresì vero che il piano per l’ARO predisposto dalla passata amministrazione è ancora all’approvazione della Regione Siciliana e la gestione avviene, e prevedibilmente avverrà per buona parte del 2014, in regime di ordinanza con il vecchio contratto, motivo per il quale appare poco credibile che entro l’anno potrà concludersi la nuova gara esitando ulteriori economie, che comunque interesseranno solo poche frazioni di tempo residue.

In ordine alle costruttive critiche sulle ulteriori voci di spesa si registra un solo parziale riscontro, nel contesto del quale l’Amministrazione Ruvolo anticipa che prima dell’impegno delle somme predisporrà i necessari regolamenti, permanendo le criticità evidenziate sugli importi degli stanziamenti (100.000 fondo di garanzia spettacoli, 40.000 euro tetto per i bisognosi).

Per altro, la previsione di mettere a regime appositi regolamenti per la spesa delle somme, seppur connotata di buona volontà, contrasta con i tempi a disposizione, considerando che mancano solo cinque mesi alla fine dell’anno per cui si sta redigendo il bilancio di previsione, ed i regolamenti avranno un iter consiliare certamente approfondito, trattandosi in tutti i casi di questioni non urgenti (fondo per grandi eventi) rispetto a questioni che sono già in attesa da anni (perimetrazione delle zone di recupero in centro storico).

Si segnala inoltre che, qualora l’Amministrazione intenda effettivamente attivare l’Ufficio Europa per cui ha previsto uno stanziamento di € 10.000, dovrà prevedere ed approvare una variazione del regolamento Uffici e Servizi che dovrà essere oggetto di concertazione con le Associazioni Sindacali, atteso che, la presenza di personale esterno e di fondi dedicati, contrasta con i piani di miglioramento della produttività e servizi interni già concertati con le associazioni sindacali che prevedevano la valorizzazione e remunerazione del personale interno, nel progetto presentato dall’amministrazione, presente in sole due unità, entrambe non direttive.

Nel rispettare infine il giudizio sull’inutilità dei consulenti, si augura al Sig. Sindaco di poter operare fluidamente facendo uso dei Dirigenti interni, condizione che si è ricercata con pervicacia da parte della passata amministrazione, anche con provvedimenti impopolari nei confronti di questi ultimi, ma si ritiene di dover sensibilizzare lo Stesso sulla circostanza che un azione amministrativa fluida, produttiva ed efficace, non può e non deve impastoiarsi su enunciazioni di principio che trovano in insoddisfacenti risultati la propria conclusione.

Un apprezzamento infine è dovuto al garbo ed alla disponibilità mostrati, che siamo certi, ispireranno il dibattito consiliare”.

Il coordinamento cittadino NCD

Commenta su Facebook