Bilancio partecipato, “quali i motivi del ritardo?”. La Rocca chiede un’accelerazione

637

Il consigliere comunale Lorenzo La Rocca ha presentato un’interrogazione alla giunta Ruvolo, ma soprattutto al consiglio comunale, con cui chiede di accelerare l’approvazione del Regolamento sulla partecipazione civica. Un impegno assunto da “Intesa Civica Solidale” e dal Polo Civico, ricorda La Rocca nell’interrogazione, “per favorire la compartecipazione dei cittadini alla gestione politico-istituzionale dell’ente”. Il regolamento sulla partecipazione civica è stato esitato dalla giunta il 22 giugno e prevede strumenti del bilancio partecipato che per La Rocca “potrebbero essere sperimentati già col prossimo esercizio finanziario”. Il consigliere del Polo Civico chiede dunque “qual’è la ragione che ha rallentato l’iter burocratico, quali indirizzi metodologici l’Amministrazione comunale sta definendo all’interno dell’organizzazione burocratica per rendere efficaci i processi partecipativi e il crono programma previsto per arrivare ad una definitiva attuazione dei metodi e degli strumenti partecipativi”.

La Rocca invita dunque giunta e consiglio “a promuovere in tempi brevi un’azione di coinvolgimento di tutte le componenti politiche presenti in consiglio comunale al fine di introdurre in forma sperimentale il bilancio partecipato”.

In tal senso vengono elencate le fasi: raccolta delle proposte dei comitati dei cittadini, delle associazioni di categoria, delle rappresentanze sindacali, degli ordini professionali, del mondo della cooperazione e dell’associazionismo sociale e culturale.
Verifica di fattibilità eseguita dagli uffici e dai settori competenti dell’Ente.
Promozione di Assemblee di quartiere in cui i cittadini potranno esprimere la propria preferenza tra le proposte che avranno superato le verifiche di fattibilità.
La previsione di un’assemblea generale dei cittadini nella quale saranno valutate le risultanze delle fasi sopra indicate.

Commenta su Facebook