Bilancio, incontro aperto ai cittadini. L’Alleanza per la Città si appella a parte dell’opposizione

578

Nota dell’assessore Pasquale Tornatore per conto dell’Alleanza per la Città e dei consiglieri comunali dell’Alleanza che di seguito pubblichiamo

Rileviamo ancora una volta, come apparso su alcuni organi di stampa, la perseveranza del consigliere comunale Alessandro Maira nel contrastare la legittima attività della “due diligence” (verifica dei dati del bilancio di una società) deliberata dall’amministrazione comunale, per cautelare responsabilmente gli interessi dei cittadini di Caltanissetta, in relazione al debito del Comune nei confronti dell’ATO Ambiente CL 1.

Il consigliere Maira mentre in consiglio comunale boccia il bilancio consuntivo perché è molto allarmato dal non inserimento in bilancio dell’ammontare del debito ATO, non si allarma per il rischio che questo debito, ancora da chiarire nell’entità certificata e nella natura dei servizi e beni acquistati e non pagati dall’ATO e da chi sono vantati questi crediti, ricada alla fine sui cittadini con una sovrattassa da aggiungere alle tariffe annuali da pagare.

Il debito dell’ATO fino al 2012 verrebbe coperto dagli accantonamenti che assorbirebbe le risorse del bilancio comunale obbligando l’amministrazione ad aumentare le tasse dei cittadini. Per i probabili debiti dal 2013 al 2017 essendo sotto regime tares ricadrebbero direttamente sulla tari. Ma di questi debiti dell’Ato si sconosce l’entità. Quindi la stima di un aumento vertiginoso delle tasse è assolutamente vero, ed è per questo che in mancanza di certificazione del debito ATO che il comune dovrebbe assumere, è da responsabili attivare controlli come la due diligence.

Dopo il consiglio comunale che ha bocciato il Bilancio Consuntivo, l’Alleanza per la Città non può non rilevare come alcuni consiglieri del PD, dopo aver amministrato con l’Alleanza per la Città per tre anni e mezzo sino a otto mesi fa, proprio adesso decidono di firmare la mozione di sfiducia del sindaco, unica arma che gli è rimasta per bloccare la giusta e legittima attività a tutela degli interessi dei cittadini della “due diligence”, in quanto cadendo il sindaco, si fermerebbe anche l’attività del Prof. Stagno d’Alcontres (nominato dal sindaco) per la verifica dei dati di bilancio dell’ATO Ambiente CL 1, società per azioni di natura esclusivamente pubblica, della quale il Comune di Caltanissetta è il socio di maggioranza.

Ci appelliamo quindi ai tanti consiglieri comunali di opposizione, che più volte hanno dimostrato senso di responsabilità e spirito costruttivo per il bene della città, per sostenere l’attività ispettiva nei conti dell’ATO Ambiente CL 1, ed evitare che la comunità nissena paghi danni irreparabili che scaturirebbero anche nel settore dei servizi sociali, nel caso il bilancio preventivo non venga approvato o che la città si ritrovi senza amministrazione in un momento cruciale per il sostegno alle face deboli, e per il rilancio economico, sociale culturale della comunità.

Lunedì 16 luglio alle ore 19.00 nella sede del Polo Civico in via “P. E.Giudici”, l’Alleanza per la Città (Polo Civico, Centristi per Caltanissetta e Cambiare Caltanissetta) assieme al Sindaco Giovanni Ruvolo, e tutti gli assessori ed i consiglieri comunali dell’Alleanza, incontreranno i cittadini per comunicare loro quali siano le gravi conseguenze della non approvazione del bilancio consuntivo in termini di mancanza di servizi, di fondi, di opportunità economiche.

Commenta su Facebook