Bilancio delle manifestazioni natalizie al Museo Diocesano. Millequattrocento hanno visitato il presepe Napoletano

804

La programmazione natalizia del Museo Diocesano del Seminario Vescovile “G. Speciale” di Caltanissetta si è conclusa con un grande successo di pubblico.

Si ammira il presepe (1)L’iniziativa principale delle festività è stata la mostra “Il Presepe… Vangelo di Misericordia. Personaggi del Presepe napoletano del XVIII secolo”, organizzata con la Soprintendenza BB.CC.AA. di Caltanissetta e visitata da più di millequattrocento persone tra il 30 novembre e il 28 dicembre 2015. In mostra, secondo un criterio scientifico-museale, una quarantina di personaggi presepiali del Settecento provenienti dal Museo Nazionale di San Martino di Napoli, esposti già nel Museo della Cattedrale di Cristo Salvatore di Mosca dal dicembre 2011 al marzo 2012, nonché una preziosa Sacra Famiglia, realizzata nella prima metà del XIX secolo da Giacinto Gigante, proveniente da una collezione privata romana.

Durante il periodo della mostra il Museo ha organizzato una serie di manifestazioni culturali che hanno animato l’Auditorium del Seminario Vescovile, frequentato per l’occasione da quasi trecento persone: l’incontro in memoria di padre Speciale, fondatore del Museo Diocesano, in occasione dell’anniversario della sua ordinazione sacerdotale, il 7 dicembre; il concerto di Natale della corale “Don Milani”, il 14 dicembre; l’incontro musicale e di studio sulle tradizioni siciliane organizzato dal Liceo paritario “Mignosi”, il 17 dicembre, e la presentazione del libro “Il dono nel tempo della crisi” di Molinari e Cavaleri, il 21 dicembre.

Il 18 dicembre è stato promosso un momento di solidarietà e intrattenimento rivolto ai bambini, organizzato insieme ai piccoli allievi del laboratorio teatrale “Il cantiere delle idee” e ai giovani volontari della Croce Rossa Italiana; i giocattoli raccolti al Museo, offerti dai piccoli ospiti in quel pomeriggio di gioco e divertimento, sono stati donati domenica 10 gennaio 2016 dai giovani volontari della Croce Rossa Italiana ai bimbi della parrocchia di San Giuseppe.

Ma il Museo è anche voluto “uscire” dalle proprie mura e riproporre per il secondo anno consecutivo il progetto “Museo Diocesano Diffuso”, che mira a coinvolgere nelle proprie iniziative le chiese del territorio. Prima tappa del nuovo itinerario la parrocchia di San Pietro, che ha ospitato lo scorso 11 dicembre il seminario formativo “Nobile semplicità. Arte e architettura sacra a cinquant’anni dal Concilio Vaticano II”, organizzato insieme all’Ordine degli Architetti, alla Soprintendenza BB.CC.AA. di Caltanissetta e alla Sezione interprovinciale dell’ANISA (Associazione Nazionale Insegnati Storia dell’Arte). L’incontro ha avuto quali illustri relatori Mons. Giancarlo Santi, già presidente AMEI e direttore dell’Ufficio Beni Culturali della CEI, l’arch. Giuseppe Di Vita, responsabile dell’Ufficio Edilizia di culto della Diocesi, e la prof.ssa Aurelia Speziale, docente e critica d’arte e membro del comitato scientifico del Museo Diocesano, ed è stato seguito da circa sessanta addetti ai lavori e da numerosi spettatori interessati all’argomento.

Nel corso del 2015 sono state promosse una quarantina di iniziative tra restauri, ricerche di studio, mostre, presentazioni di libri, incontri culturali e conferenze, concerti, itinerari urbani, visite guidate, giornate di apertura straordinaria e momenti di solidarietà, tra tutti l’impegno per il recupero del giardino di Santa Croce. I visitatori nel corso dei dodici mesi sono stati quasi undicimila, novemila solo per le tre mostre di rilevanza nazionale: “E il Verbo si fece carne. Natale in… carta. Presepe di carta di Vito D’Anna”, “Cera una volta… un mondo di passione. Sculture di cera e corredi sacri (XVIII – XIX secolo)” e “Il Presepe… Vangelo di Misericordia. Personaggi del Presepe napoletano del XVIII secolo”. La programmazione per il 2016 si prospetta ricca di altrettante iniziative.

Commenta su Facebook