Bilancio consuntivo, l'opposizione insorge contro CL Protagonista. "Da loro delirio patetico"

908

“Caltanissetta Protagonista? Non poteva esserci denominazione più azzeccata per descrivere chi è affetto da manie di protagonismo” – lo dichiarano i Consiglieri d’Opposizione Oscar Aiello, Valeria Alaimo, Gianluca Bruzzaniti, Walter Dorato, Antonio Favata ed Alessandro Maira che così replicano al comunicato inviato a firma del Gruppo Consiliare di Caltanissetta Protagonista.
“I politologi di Caltanissetta Protagonista potevano evitarsi l’ennesima lezione di moralità, non erano infatti presenti in Aula e non hanno nemmeno potuto seguire via radio l’evolversi della seduta (in quell’occasione non c’era infatti nessuna diretta radiofonica). Chi è assente ha sempre torto e chi adesso parla senza sapere lo fa solo per mettersi in mostra”, affermano.
“L’opposizione non ha bisogno di lezioni di politica da nessuno, tantomeno da Caltanissetta Protagonista, che scrivendo tali assurdità ha certificato la propria mancanza di onestà intellettuale!
Chi ha assistito al Consiglio Comunale di venerdi scorso sa che nessuno ha giocato, l’Opposizione presente in Aula ha semplicemente fatto il proprio dovere, mettendo in seria difficoltà il Sindaco ed umiliando per certi versi la Maggioranza. E se qualcuno ha perso un’occasione, quel qualcuno non può che chiamarsi Caltanissetta Protagonista, in continua ricerca di fama e gloria mediatica.
La prossima volta, invece che fuggire per poi scrivere sui giornali in maniera ridicola nascosti dietro una sigla, presentatevi in Aula Consiliare e lì confrontiamoci. Staccate però telecomandi a distanza, cellulari e trasmettitori vari: vogliamo infatti confrontarci con i Consiglieri Comunali, e non con i burattinai che tirano le fila dall’esterno”.
“Caltanissetta Protagonista vigilerà e darà ampia informazione ai cittadini non prestandosi mai alle patetiche “aperture di credito”? Denuncerete i saltimbanchi e i tentativi di coinvolgimento di questo o quel consigliere, come adesso secondo voi si comincia ad intravedere?
La vostra mania di protagonismo ed il vostro delirio di onnipotenza è patetico, si commenta da se e non merita ulteriori repliche”.
“Da tutti infatti ci saremmo aspettati qualche critica, ma sicuramente non da chi per scarso senso di responsabilità ha preferito rimanere comodamente a casa, salvo poi scrivere. Se anche noi avessimo scelto di non partecipare alla seduta di venerdì, qualcuno ci avrebbe imputato il costo del Commissario. Il nostro compito non è giocare, ma mostrare responsabilità, non ai Consiglieri saputelli di Maggioranza e di Opposizione (o ai loro Gruppi politici), ma ai cittadini”.
“Con grande senso di responsabilità” i consiglieri si sono chiesti se fosse “conveniente bocciare il bilancio e bloccare la attività del Consiglio in attesa della nomina di un Commissario ad acta, che sarebbe costato parecchie migliaia di euro  al Comune, e quindi ai cittadini, (con notevoli e pesanti conseguenze cari Colleghi Petrantoni e Mannella…), ovvero, come abbiamo fatto, e come si fa in democrazia, elevare in Consiglio con voce forte, e soprattutto con la Nostra presenza, tutte le dovute critiche ma al momento del voto scegliere la soluzione migliore NON PER NOI, non per il nostro egocentrismo e fama di gloria (indubbiamente allettante in una situazione del genere) ma per la nostra città e per i nostri concittadini. Questo è secondo Noi il modo migliore per esercitare a pieno il ruolo di una Opposizione consiliare che deve essere propositivo e non solo inutilmente critico e di parte”.

Commenta su Facebook