Bilancio approvato. Gambino: “Emendamenti dimostrano capacità progettuale del Comune. Noi già operativi nella programmazione”

451

Con 10 emendamenti presentati nelle scorse settimane per un ammontare di 19 milioni di euro, giovedì 1 agosto è stato approvato dal Consiglio comunale il bilancio di previsione 2019. “Gli emendamenti tecnici approvati nella sessione di bilancio dimostrano la capacità progettuale del Comune di Caltanissetta, dei dirigenti e dei dipendenti che li collaborano, perché si tratta di finanziamenti esterni – spiega il sindaco, Roberto Gambino -. Somme che abbiamo messo in entrata in modo che i progetti partano subito e che si aggiungono ai finanziamenti di Agenda urbana e ad altri esitati dagli uffici. Vanno quindi respinte le letture nichiliste e fuorvianti sulla capacità progettuale del Comune di Caltanissetta. La nostra amministrazione è già operativa nella programmazione. Abbiamo affidato l’incarico di Rup per il Piano urbano della mobilità sostenibile e per il Piano urbano del traffico che saranno strumenti integrati nella strategia di Agenda urbana”.

Ai dieci emendamenti che comportano nuove voci in entrata e relative voci di spesa, se ne aggiunge uno che non comporta variazioni proposto dal dirigente dei servizi finanziari Claudio Bennardo. Si tratta della delibera che certifica gli equilibri di bilancio corrente, approvata contestualmente in modo da evitare la convocazione di una nuova seduta.

“Quello approvato non è il nostro bilancio perché nasce da un percorso della giunta precedente – ha puntualizzato Gambino -. Tuttavia il bilancio è suddiviso per aree d’intervento e questo ci dà buoni margini per indirizzare gli strumenti in esso contenuti in coerenza con il nostro programma politico, soprattutto in sede di redazione del Piano esecutivo di gestione. Non potevamo perdere tempo, andiamo avanti con forza perché è la città ad averne bisogno”.

Le novità contenute negli emendamenti riguardano i lavori di efficientamento energetico degli edifici pubblici comunali finanziati per 170mila euro dal ministero per lo Sviluppo economico. 34mila 866 euro finanziati con il programma “Scuole sicure” del ministero dell’Interno. 3mila euro per incrementare prevenzione e contrasto del randagismo. 100mila euro finanziati dalla Regione per la riduzione del rischio di incidenti nei passaggi pedonali. 144mila euro con cui la Regione ha finanziato i progetti esitati dal Comune per indagini e verifiche sul rischio sismico degli edifici scolastici. 350mila euro per i cantieri di lavoro per disoccupati. 263mila euro provenienti dal trasferimento regionale per l’accisa elettrica e dai proventi della piscina comunale, impiegati per spese di riscossione e gestione tributi, transazioni e utenze gas. 60mila euro per compensare eventuali minori trasferimenti della Regione e garantire così il trasporto pubblico locale.

Vi sono poi gli emendamenti che prevedono in entrata le somme del bando periferie della presidenza del Consiglio per 7milioni e 787mila euro destinati alla riqualificazione del quartiere Santa Barbara (alcuni interventi sono già in gara d’appalto). E infine le somme del Patto per il Sud che ha finanziato 10 milioni per la messa in sicurezza di emergenza della discarica di contrada Stretto.

L’ultima annotazione il sindaco l’ha riservata alla stabilizzazione dei 43 precari storici dell’Ente. “Adesso seguiranno gli adempimenti burocratici ma con l’approvazione del bilancio la stabilizzazione è ormai un dato di fatto. Per questo ringrazio i consiglieri presenti in aula”. 

Commenta su Facebook