Bilanci gonfiati all’Ato rifiuti. Chiesta condanna per ex Cda

653

La Procura di Caltanissetta ha chiesto al Tribunale la condanna per quattro ex componenti del Consiglio di amministrazione dell’Ato rifiuti, accusati di false comunicazioni sociali.

Nel dettaglio il pm Cristina Lucchini ha chiesto 1 anno e 8 mesi ciascuno per l’ex presidente dell’Ato CL1 Giuseppe Cimino, per l’ex vicepresidente Salvatore Parenti e per l’ex componente del Cda dell’Ato Antonino Baglio, mentre 1 anno e 4 mesi sono stati chiesti per Giuseppe Lupo, altro ex componente del Cda.

Secondo l’accusa gli ex vertici dell’ente avrebbero gonfiato i bilanci degli anni 2006 e 2007 per chiedere ai comuni soci cifre maggiori per lo svolgimento del servizio di raccolta dei rifiuti. Il Tribunale ha fissato per il 27 maggio ed il 9 giugno le udienze per le arringhe dei difensori.

Commenta su Facebook