Beppe Grillo a Riesi. "Non ditelo a nessuno ma nel segreto dell'urna votate il Movimento".

862

Grillo Riesi

Grillo a Riesi – La Diretta

Ore 22,45 – Non credo che voteremo tra diciotto mesi, dovrebero farlo con l’Esercito. andremo a votare a ottobre. Noi siamo un movimento pacifista ma non possono continuare così. Noi stiamo trattenendo la gente. Sono spariti tutti, l’Udc, Di Pietro, tutti, e se andremo alle votaizoni noi saremo sempre di più e ci sarà il movimento 5 stelle e Berlusconi e come in Higlander ne rimarrà soltanto uno, Berlusconi”, risate e applausi.

“Un altro consiglio, visto che ci stanno osservando. Non dite che ervata qui.. non dite che votate Movimento5 Stelle, ma quando siete dentro l’urna che non vi vede nessuno allora, toh, Movimento 5 Stelle”.

Conclude il comizio e da la parola al candidato sindaco Massimo Venenziano.

ore 22.30 – Noi siamo nati 3 anni fa. Il palco lo hanno montato gratis e il camper in cui viaggio me lo hanno prestato quasi gratuitamente. E’ questa l’Italia che voglio vedere, quella che si da una mano. Quella dei nostri padri che si davano una mano e hanno ripreso l’Italia dalle macerie. Ognuno deve dare un po di tempo all’altro. La politica vera si fa qua. Non pensiate che tutto ciò che è in parlamento viene da migliaia di chilometri. La popolazione ha detto di no al Muos, le antenne paraboliche che fanno male alla salute, hanno detto di no tutti, la regione e il sindaco, però il politico nazionale, il ministro ha detto si, che si deve fare. Noi facciamo il refendum per non privatizzare l’acqua e loro la privatizzano. E’ questa la dittatura, rendere invisibili le persone.

“Noi siamo falliti nel 2011 – ha detto Beppe Grillo –  1.800 miliardi di debito, 100 miliardi nelle mani delle banche francesi che volevano gestire energia nucleare e acqua. Se c’era una cosa che non si aspettava nessuno era Fukushima, allora non hanno potuto fare più il nucleare. Facciamo il referendum sull’acqua e gli italiani votano contro la privatizzazione. Allora i Francesi e i tedeschi che avevano i pezzi di carta mandano il curatore fallimentare, Monti, perchè noi dobbiamo rientrare dai nostri debiti”.

“Appena rientreranno dal 35% del loro debito, ci abbandoneranno e sceglieranno di comprare i titoli dell’Irlanda o della Turchia. La Fincantieri ha preso 900 milioni di euro per riparare le navi e con quei soldi hanno comprato cantieri in Asia e portiamo le navi in Asia e i nostri porti sono vuoti. E poi dobbiamo fare infrastrutture per il commercio delle merci che non ci sono più”.

“Il capo di Confindustria ha detto che abbiamo perso 5 punti di produzione industriale che sono 2 milioni di disoccupati in più. Allora chi paga le tasse? cosa faranno si svenderanno tutto, le spiagge e il patrimonio pubblico. Io non ci sto a far decidere la mia vita a persone che stnano a migliaia di chilometri. Io vad là e ridiscutto tutte le cose e se c’è da decidere chiamo i cittadini a farlo”.

“In questo comune se entrano un po di questi ragazzi lo apriamo questo comune. Facciamo i bilanci partecipati. Il sindaco a Parma non ha consulenti, i consulenti sono i cittadini quartiere per quartiere che consigliano la politica su ambiente, spazzatura, sicurezza nel proprio quartiere. Diamo gli strumenti per il bilancio partecipativo. La priorità delle opere la deciderà il cittadino con referendum propositivi senza quorum. Deciderà il cittadino se far euna strada, un parco giochi o un inceneritore. questo è il Movimento 5 Stelle”.

“Non si potrà più galleggiare. A settembre ottobre non c’è più cassa integrazione e pensioni. Ci dicono dov’è la copertura finanziaria per il reddito cittadinanza e abbiamo 98 miliardi di evasione fiscale dai giochi dati alla Lottomatica. Un nostro parlamentare si è alzato e ha fatto 7 nomi della fondazione di cui fanno parte anche i politici. Ci sono delle fondazioni dietro le quali ci sono l’Eni, Enel, Edison, Nestlè, società autostrade, e dentro la fondazione ci sono i ministri, Letta, Alfano, Ministro dell’ambiente Orlando, ecco perchè a Gela c’è il petrolio in mare e nessuno dice niente. Il ministro Lupi, il ministro dell’agricoltura che siede nella fondazione insieme alla Nestlè, i piccoli produttori possono stare tranquilli. Ministor alla salute Lorenzin, Passera, Polverini, boccia, CArfagna, Giorgietti, Crosetto e Matteo Renzi. I giornalisti della fondazione sono Curzio Maltese, che non fa un indagine sul suo editore, De Benedetti. Perchè non va a vedere quando ha venduto l’Olivetti, una delle più grandi strutture informatiche del mondo. Ecco perchè siamo al 79° posto della graduatoria per la libertà di stampa al mondo”.

Grillo ha concluso il comizio tra gli applausi di oltre duemila persone.

 

ore 22.20 “Abbiamo l’olio migliore del mondo e lo importiamo dalla Spagna, quello schifoso, lo tagliamo e ci mettiamo il made in Italy e abbiamo 18 mila produttori che soffrono con l’olio migliore del mondo. Noi caghiamo l’olio, e invece dobbiamo tagliarlo con quello di merda. L’olio di oliva è entrato nel mercato cinese, sono un miliardo di persone e potremmo vivere solo di esportazione vero la Cina. Ce lo abbiamo noi l’olio di oliva. Potremmo viver edi queste cose. Le cose che produce  questa isola”.

Grillo prosegue “Avete arte, avete la migliore cucina del mondo. Avete l’architettura, a Grammichele vengono tutti gli architetti del mondo. Avete uno dei migliori aeroporti del mondo, Comiso, per gli aerei di carta. Non avete le strade e avete gli aerei. Scoglitti è bellissima ma avete chilometri di case diroccate. Vi state abituando al brutto e se vi abituate al brutto è finita. HO detto loro fate una rivoluzione.

“Avete l’Etna, dove ho visto dei giapponesi che camminavano da una settimana perchè non c’è un caz… di autobus che li riporti giù”.

Sui canoni aumentati del 600% per i titolari dei lidi, Grillo afferma che così fanno chiudere i piccoli imprenditori che magari hanno investito. “Fate pagare di più l’Eni e i petrolieri e non questi qui”, ha detto Grillo.

“Loro vogliono prendere soltanto i voti, cercano il giochino di sempre, di non farvi andare a votare. Mi ricordo di Totò vasa vasa, che a confronto di questi che vanno oggi in parlamento lo rispetto perchè si è fatto la galera mentre questi qui di oggi si fanno le leggi per non andarci, solo loro. Lui diceva di convincere i siciliani a non andare a votare, tanto noi i nostri voti dello zoccolo duro li abbiamo. E’ per questo che siete qui stasera. Io sono qui per dare una mano, perchè questi qui se ne devnon andare da quest’Isola”.

ore 22.11- “C’hai l’ansia della cassetta delle lettere. La guardi e vedi spuntare quale lettera arriva. Abbiamo 350 mila leggi e non riusciamo a causa della burocrazia a far decollare la piccola e media impresa che ci mette un minimo di 350 giorni per ottenere un prestito.

Abbiamo 9 milioni di processi e un terzo di tutti gli avvocati europei sono in Italia. Si riproducono come i procioni. Più ci sono avvocati più aumenta il livello di eccitabilità.

Che paese è questo, è diviso in due e in tre. Berlusconi esiste perchè 9 milioni l’hanno votato. Perchè qualcuno vota Pd o Pdl, perchè vogliono le stesse cose, l’acqua privata, le centrali nucleari e insieme vogliono le grandi infrastrutture e la Tav. Vogliono le stesse cose da 20 anni.

Il suo ultimo comizio, ora non ne fa più in puibblico perchè dice che non si fida, e ha ragione, lui a Brescia a 74 anin continuava con la magistratura e davanti le prime 10 file erano tutti pensionati da 65 a 80 anni che guardavano un altro pensionato che parlava e diceva cose normali , già sentite in televisione.

Berlusconi dice le cose che tutti si aspettano perchè abbiamo 20 milioni di pensionati. Hanno paura del cambiamento. Tutta gente che aveva un lavoro e adesso giustamente votano a chi gli promette di togliere l’Imu o di vendergli un sacco di pentole. Loro non trovavano neinte di strano ma dietro le prime 10 file c’erano 50 file di ragazzi senza futuro, senza lavoro costretti ad andare via dall’Italia.

Ho visto una cosa che non avrei mai pensato di vedere nel mio paese.

 Ore 21.36

Se qualcuno lo aveva pensato, alcuni sperato, altri temuto in base ai punti di vista, entrambi devono ricredersi. Beppe Grillo non si “sgonfia” davanti alle piazze siciliane e la dimostrazione è la piazza di Riesi in cui il leader del Movimento 5 Stelle ha iniziato il comizio alle 21,30 di martedì, davanti ad almeno duemila persone.

In pratica c’è tutta Riesi nella piazza del Movimento 5 Stelle.

“La sinistra non ha votato Rodotà perchè sapeva che con lui, Berlusconi sarebbe andato in galera”, ha iniziato così il comizio di Riesi Beppe Grillo, contestando la funzione di garanzia di Napolitano “che dovrebbe controllare”.

Grillo elenca le proposte in parlamento del Movimento 5 stelle di cui, dice, la stampa non parla. Tra queste cita la proposta per l’impignorabilità della prima casa. Lo Stato garantisce con certificati presso la banca d’Italia di poter dare le case (social house) alle persone e famiglie che si impegnano a fare ristrutturazioni o manutenzioni.

Il reddito di cittadinanza non è “dare soldi a tutti”, ma “evitare alle persone di ammazzarsi. Già due persone si sono date fuoco. Darsi fuoco non è un suicidio ma un atto di protesta per dire basta, non ce la facciamo più”.

“abbiamo fatto la legge sulla piccola e media impresa. In Sicilia abbiamo leggi e patti sull’agricolutra firmate 20 anni fa, non le abbiamo firmate noi. Un terzo del bilancio va all’agricoltura ma non vediamo agricoltori ricchi, anzi sono in sofferenza perchè i soldi vanno alle multinazionali dell’agricoltura.

Commenta su Facebook