"Beni in Comune", al via il seminario organizzato dall'amministrazione sui beni confiscati a Cosa Nostra

1015

Giovedì 21 alle 15.30 e venerdì 22 maggio alle 9.30 alla biblioteca Scarabelli, su iniziativa del comune di Caltanissetta, si terrà il Seminario Formativo: “Beni in Comune”: normative, procedure e strumenti per le Pubbliche Amministrazioni per la gestione, l’assegnazione e la destinazione dei beni confiscati alle mafie.
“Tale iniziativa – spiega l’assessore al bilancio, Boris Pastorello, promotore dell’iniziativa – vuole essere solo il primo step di una serie di incontri formativi, i cui beneficiari saranno gli interlocutori principali delle procedure relative all’assegnazione dei beni sequestrati e confiscati alle mafie”. “Iniziamo da subito con il seminario dedicato all’amministrazione comunale e i suoi dirigenti essendo i primi protagonisti, avendo a che fare con le assegnazioni dei beni da parte dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata. Questa amministrazione vuole farsi trovare competente e pronta per offrire il giusto servizio ai suoi cittadini” afferma l’assessore al patrimonio, Pastorello.
Con la collaborazione dell’associazione “Radici della legalità” della presidente Avv. Eugenia Muzzillo, sono stati coinvolti relatori di alto livello: giorno 21 Maggio il Dott. Antonio Balsamo, Presidente della I Sezione della Corte di Assise e della Sezione Misure di Prevenzione presso il Tribunale di Caltanissetta, e la dott.ssa Daniela Bottelli, dirigente dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e destinazione Dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, che relazioneranno sul procedimento applicativo dei sequestri e delle confische e dei rapporti tra l’agenzia e la pubblica amministrazione. Modererà gli interventi, il dott. Angelo Pio Cammalleri, dottore commercialista e vice presidente dell’associazione “radici della legalità”.
Giorno 22 maggio, saranno invece presenti nella qualità di relatori, Dott. Giovanbattista Tona, Consigliere della Corte di Appello di Caltanissetta e Dott. Umberto Di Maggio, coordinatore regionale dell’Associazione Libera, che si occuperanno della fase successiva ai provvedimenti di sequestro/confisca, ovvero del ruolo e dei compiti della pubblica Amministrazione , delle forme contrattuali di cui l’Amministrazione dispone per assegnare alle associazioni/cooperativa i beni confiscati; si occuperanno anche dell’opportunità che l’amministrazione si doti di un regolamento frutto di condivisione ed esperienze sul campo.
“Abbiamo voluto dare un taglio operativo e pratico, perché crediamo che gli illustri relatori e gli organizzatori possano offrire un aggiornamento formativo importantissimo alla nostra amministrazione comunale”, conclude l’assessore al Patrimonio del comune di Caltanissetta, Boris Pastorello.

Commenta su Facebook